La band nu soul più potente della storia di un talent show italiano torna sulla scena musicale con un singolo dedicato alla generazione dei ragazzi già al tramonto.

La loro sfortuna è stata quella di non incontrare sulla loro strada televisiva il genio di Morgan, capace di smontare e rimontare tutto con arte e intuito. Dopo la parentesi di X Factor 2021, Vincenzo Destradis, David Paulis, Jacopo Moschetto ed Enrico Truzzi, in arte i Westfalia, tornano col nuovo singolo Sunset Kids.

Per buona pace di Emma Marrone, giudice incompetente su tutti i fronti, tranne quelli della televisività e dell’empatia, al suo conterraneo salentino Vincenzo Destradis i progetti discocrafici non mancano. A quello potente dei Mangroovia ha affiancato quello dei Westfalia, che ha preso il sopravvento con una tripletta di singoli che hanno saputo incrociare la magia della sperimentazione a quella di un talento vocale e compositivo talmente internazionale e perfetto da apparire freddo.

Dopo “My New Mouse” e “Goblin” è la volta di “Sunset Kids”. Un singolo con cui saltano l’ostacolo che Mika, nel ruolo di coach e capitano, è stato solo capace di individuare. I Westalia atterrano con la loro navicella spaziale sul pianeta terra, tra noi umani, e ci cantano la generazione dei ragazzi già al tramonto, a cui essi stessi appartengono, senza perdere la loro cifra stilistica che li colloca tra le stelle più luminose del nuovo soul italiano.

LIVE | SUNSET KIDS

I Westfalia si mettono alla prova con “Sunset Kids”, una canzone sulle problematiche delle nuove generazioni

Il brano “Sunset Kids”, uscito con su etichetta Needn’t con edizioni Panico e distribuzione The Orchard lo scorso 18 febbraio, racconta la nuova generazione di lavoratori incerti e il fenomeno sociale dei “neet”, messi alla prova da continue difficoltà, mentre sullo sfondo tramonta l’Occidente con le sue conquiste e i suoi valori.

I Sunset Kids si trovano in bilico tra il mondo in cui sono cresciuti e quello in cui devono sopravvivere ogni giorno, destreggiandosi tra la precarietà, la mobilità del lavoro, un futuro ignoto e un presente nebbioso, in cui l’unica certezza sembra essere la realtà digitale dei social.

Il brano ironizza sulle difficoltà di comunicazione tra un mondo già costruito, quello degli adulti ormai prossimi alla pensione, e quello ancora tutto da costruire dei giovani, spesso additati come scansafatiche e poco vogliosi di lavorare e di costruirsi un futuro stabile.

Sunset Kids è un manifesto che vuole raccontare, anche con ironia, una generazione di sognatori senza sogni, alla ricerca di uno spazio da protagonisti in un presente segnato da contraddizioni ed espedienti.

LEGGI Brividi: il delitto perfetto di Mahmood e Blanco

Ecco chi sono i Westfalia

Il nome Westfalia fa pensare al celebre furgone della Volkswagen, simbolo dei globe-trotter di tutto il mondo, dei viaggiatori che non temono né la bassa né l’alta pressione.

Soul, musica nera, acid-jazz sono gli ingredienti dei Westfalia, musica che è una vera e propria witches (bitches?) brew pronta a stregare i fan del genere, ma altrettanto pronta a intercettare nuove schiere di ascoltatori.

Nati dall’incontro di Vincenzo Destradis, già frontman e voce dei Mangroovia, con David Paulis, Jacopo Moschetto e il batterista Enrico Truzzi, sono creature musicali che hanno il proprio habitat naturale sul palco.

Dopo alcuni anni di gavetta sui piccoli palchi dei live club di Bologna (e non solo), nel 2021 hanno pubblicato il singolo “My New Mouse” per Needn’t e poco dopo hanno partecipato all’ultima edizione di X Factor, arrivando tra i 12 finalisti dei live. Durante la loro permanenza al talent show hanno registrato e pubblicato il singolo “Goblin”, presentato nella prima puntata dedicata agli inediti.

LEGGI Vincenzo Destradis, la nuova stella del soul italiano

CREDITI

Artista: Westfalia
Titolo: Sunset Kids
Formato: single
Label: Needn’t
Edizioni Musicali: Panico
Distribuzione: The Orchard
Release date: 18 febbraio 2022
Recorded by Jacopo Trapani at
Locomotiv Studio, Bologna
Mixed by Taketo Gohara at Mobilis in
Mobili, Milano
Mastered by Giovanni Versari at La
Maestà Studio, Tredozio (FC)
Foto cover: Rebeca Margescu
Artwork: Emanuele D’Amico

LEGGI Scatola: Laura Pausini e la sacra arte di rendere tutto uguale

TESTO | SUNSET KIDS

Laying down makes us stronger
We just wanna wake up at noon
Women without make up
Beach umbrellas make a brand new flowery field
Sunset kids are just spoiled, we’re scum, we’re always living off our parents (mum)
We’re looking for deep emotions, with a new instafilter that’ll capture the sunset
Brazen hearts with butterfingers may we wonder ‘bout the future?
With the sun shining stronger should we ask for something more?
When everything seems overwhelming to you
Let us choose for ourselves
Sunset kids are neither fish nor fowl
We’re dope
All your grownup chit chat makes me feel locked out falalala
We get on, we get on we get on
Well together from a distance cause you think
We live life like a poker match
All your grown-up hang-ups make you feel blinder falalala
We get on, we get on, we get on
Well together from a distance you believe
We’ll do nothing because we’re sunset kids
When everything seems overwhelming to you
Let us choose for ourselves
Sunset kids are neither fish nor fowl
Laying down makes us stronger
The sweat of our brow oozes passion even when unemployed
Brazen hearts with butterfingers may we wonder ‘bout the future?
With the sun shining stronger should we ask for something more?
Should we ask for something more?
Should we, should we
Should we ask for something more?
And let us choose for ourselves, we’ re sunset kids
Should we ask for something more?
Should we Should we
Should we ask for something more?

TRADUZIONE | RAGAZZI AL TRAMONTO

Sdraiarsi ci rende più forti
Vogliamo solo svegliarci a mezzogiorno
Donne senza trucco
Gli ombrelloni creano un campo fiorito nuovo di zecca
I ragazzi al tramonto sono solo viziati, siamo feccia, viviamo sempre dei nostri genitori (mamma)
Cerchiamo emozioni profonde, con un nuovo instafilter che catturerà il tramonto
Cuori sfacciati con dita di burro possiamo chiederci del futuro?
Con il sole che splende più forte dovremmo chiedere qualcosa di più?
Quando tutto ti sembra travolgente
Scegliamo noi stessi
I ragazzi al tramonto non sono né pesci né uccelli
Siamo drogati
Tutte le tue chiacchiere da adulti mi fanno sentire chiuso fuori Falalala
Saliamo, saliamo, saliamo
Bene insieme a distanza perché pensi
Viviamo la vita come una partita di poker
Tutti i tuoi problemi da adulti ti fanno sentire un falalala cieco
Saliamo, saliamo, saliamo
Bene insieme a distanza che credi
Non faremo nulla perché siamo ragazzi al tramonto
Quando tutto ti sembra travolgente
Scegliamo noi stessi
I ragazzi al tramonto non sono né pesci né uccelli
Sdraiarsi ci rende più forti
Il sudore della nostra fronte trasuda passione anche quando siamo disoccupati
Cuori sfacciati con dita di burro possiamo chiederci del futuro?
Con il sole che splende più forte dovremmo chiedere qualcosa di più?
Dovremmo chiedere qualcosa di più?
Dovremmo, dovremmo noi
Dovremmo chiedere qualcosa di più?
E scegliamo noi stessi, siamo ragazzi al tramonto
Dovremmo chiedere qualcosa di più?
Dovremmo dovremmo
Dovremmo chiedere qualcosa di più?

Clicca qui per mettere “Mi piace” a HIT NON HIT – Blog & Press

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su TWITTER

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su INSTAGRAM

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Clicca qui per scoprire i vincitori dell’OA PLUS MUSIC AWARDS 2021

Crediti Foto: REBECA MARGESCU

 


TalentONE (WEEK 08/2022): Stefano Villani, Sara Loreni, Marsen, Mikimas, Emanuele Colandrea

Nudha si fa largo nel “Traffico”, in corsa oltre il rock. Alla guida Appino!