Giusy Ferreri non è riuscita a incidere fino in fondo all’ultimo Festival di Sanremo.  Oggi proviamo a capire il motivo della disfatta.

 MIELE| LA RECENSIONE

Si tratta, di fatto, di una delle poche artiste di Sanremo 2022 ad aver fatto un buco nell’acqua. Stiamo parlando di Giusy Ferreri che, il 2 febbraio scorso, ha presentato al Teatro Ariston “Miele” (Columbia/Sony), raccogliendo però un numero di consensi decisamente inferiori alle aspettative.

Ma quali sono le ragioni che si celano dietro a questo “insuccesso”? Difficile da spiegare. Partiamo da un presupposto: il brano, scritto da Tropico, Federica Abbate, Takagi e Ketra, funziona; è semplice, diretto, per certi versi elementare ma dotato di tutte le caratteristiche che rendono una canzone buona (non per nulla è stata scelta).

Volendola leggere in chiave meramente commerciale, è come se la cantante abbia voluto forzare la mano sull’effetto tormentone, proprio lei che in questo è Maestra, proponendolo però in una stagione diversa da quella estiva. Ma se di solito la concorrenza da ombrellone è poco strutturata, lo stesso non si può dire per quella avuta nella riviera ligure dove si sono imposti artisti come La Rappresentante di Lista, Dargen D’Amico, Rkomi, Tananai, tutti (chi più o chi meno) con in serbo una componente di novità.

Per LRDL è stata ad esempio il turbofunk de “Ciao Ciao, per Dargen la strana miscela Battiato-Gigi D’Agostino in “Dove si balla, per Rkomi la “svolta rock” de “Insuperabile, per Tananai la novità editoriale di “Sesso occasionale”. Questa abbondanza di stili e di caratteristiche così diversi ha giocoforza schiacciato il pezzo di Giusy Ferreri, “colpevole” semplicemente di aver proposto una canzone gradevolissima ma, per il contesto, poco incisiva.

Miele” è stato quindi un errore di calcolo, abbondantemente giustificato. Nessuno infatti, se non Amadeus, poteva prevedere una qualità così tanto grande da offuscare tutto il resto. Ad ogni modo quanto successo potrebbe consigliare a Ferreri di uscire più avanti anche con un singolo meno imprigionato nella fittissima ragnatela delle hit, soltanto per ricordare a tutti di che pasta è fatta a più livelli.

VOTO: 7

AGGETTIVO: INCOMPRESA

ARTISTA: GIUSY FERRERI

SINGOLO: MIELE

ANNO: 2022

ETICHETTA: COLUMBIA/SONY

Clicca qui per mettere “Mi piace” a HIT NON HIT – Blog & Press

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Clicca qui per scoprire i vincitori dell’OA PLUS MUSIC AWARDS 2021


Highsnob e Hu, la strana coppia che si fa conoscere con Abbi cura di te

Voglio amarti: prendere appunti da Iva Zanicchi