Di primo acchito sembra un brano partorito esclusivamente per tik-tok. Ma in realtà “Ciao Ciao” de La Rappresentante Di Lista è molto più complesso di quello che appare.

 CIAO CIAO| LA RECENSIONE

Una canzonicina a trazione tik-tok di grande complessità. C’è di più oltre il balletto, oltre le mossettine, oltre un ritornello talmente elementare da diventare un istant cult oltre che un istant-tormentone. Ebbene sì, “Ciao ciao“, singolo de La Rappresentante Di Lista presentato al Festival di Sanremo 2022 e pubblicato il 1 febbraio per RCA/Woodword/Sony Music Italia è, senza dubbio, uno dei brani più strutturati della musica pop italiana recente malgrado l’apparente semplicità.

Il colpo di genio risiede infatti nel rapporto tra l’incredibile orecchiabilità dell’inciso con il resto delle sezioni, ovvero due strofe e due special (altra componente che rende l’episodio unico nel suo genere): il refrain, infatti, è l‘unico frammento che effettivamente ripete le stesse linee melodiche e le stesse parole, al contrario di ciò che succede nelle altre parti che, in modo quasi magico, si presentano come passaggi a sé stanti.

Si parte infatti con una prima strofa molto quadrata che conduce al classico ponte e quindi al primo ritornello. Ma nella seconda tutto cambia, entrano delle percussioni roboanti in cui la frontgirl, Veronica Lucchesi, dispiega una cellula melodica più aperta e tenuta, salvo imbattersi in quello che altro non è che un canto da manifestazione di protesta (“Tocca a noi, già lo sai, non lo senti esploderà“) per poi tornare a un altro elemento a matrice catchy ondulante che sfuma poi nel secondo inciso.

La chicca sta poi nel bridge: in un solo di archi la nostra si inventa l’ennesima variazione melodica irresistibile, illudendo l’ascoltatore di stare per tornare per l’ultima volta alla ripetizione. Non succede. Si cambia ritmo, ancora, con un super funk impazzito che sorregge una voce con effetto telefonico che declama una dei versi più centrali e, leggendoli ora, più agghiaccianti del testo, incentrato come ormai tutti sanno su un’apocalittica fine del mondo: “Mentre mangio cioccolata in un locale, mi travolge una vertigine sociale. Mentre leggo uno stupido giornale, in città è scoppiata la guerra mondiale“. Quindi eccola, l’ultima ripetizione, rafforzata da un brass portato quasi in primo piano, ciliegina sulla torta di un pezzo che rasenta la perfezione.

Nelle battute iniziali del Festival proprio su queste pagine ci siamo interrogati sull’effetto che poteva dare una canzone così tanto impattante su larga scala proprio nel percorso de LRDL, esprimendo anche qualche perplessità sul tipo di operazione, volutamente virale e dunque rischiosa. Veronica e Dario, con i fatti, hanno dimostrato di avere ragione, non spostando neanche di un centimetro la loro poetica dimostrando, come già hanno fatto negli anni Elio e Le Storie Tese, l’importanza assoluta della (finta) semplicità. Bene così.

VOTO: 9

AGGETTIVO:  PERFETTA

ARTISTA: LA RAPPRESENTANTE DI LISTA

SINGOLO: CIAO CIAO

ANNO: 2022

ETICHETTA: RCA NUMERO UNO/WOODWORM/SONY MUSIC ITALY

Clicca qui per mettere “Mi piace” a HIT NON HIT – Blog & Press

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Clicca qui per scoprire i vincitori dell’OA PLUS MUSIC AWARDS 2021


Sesso occasionale. Capire Tananai. Adorare Tananai

OA PLUS ITALIAN CHART (WEEK 07/2022): oltre a Mahmood & Blanco sul podio In The Loop con Giorgieness e Nudha con Appino