Amadeus gioca a fare il talent scout. I nomi più forti che ha tirato fuori dal cilindro di Area Sanremo sono quelli di Destro e Senza_Cri

Amadeus, direttore artistico e conduttore del prossimo Festival di Sanremo, ha fatto le sue prime scelte per il talent show pre Festival di Rai 1, attraverso cui trasformerà due giovani cantanti emergenti in Big della canzone che sfileranno sul red carpet del Festivalone dal 1 al 5 febbraio 2022.

I primi 4 nomi li ha pescati dai 21 vincitori del contest Area Sanremo: Destro, Senza_Cri, Littamè e Vittoria. Sono loro i primi quattro nomi ufficiali che gareggeranno, assieme ad altri 10, a Sanremo Giovani nella prima serata tv del 15 dicembre dal Teatro del Casinò di Sanremo.

Destro e Senza_Cri, entrambi pugliesi (il primo salentino, la seconda brindisina) e entrambi segnalati nei miei due precedenti articoli, erano tra i miei preferiti dei 56 finalisti di Area Sanremo. Ottima scelta Amadeus! Le altri due scelte sono cadute sulla veneta Angelica Littamè (un incrocio tra Elisa e Antonella Arancio) e sulla toscana Vittoria Sarti (che da quello che ascolto su Spotify non mi piace).

Non mi aspettavo l’esclusione del rapper ligure Giacomo Marenco in arte Canca, potenziale hit maker che coniuga l’hip hop anni ’90 con il linguaggio hot dei trapper di oggi. Fortissimo! Un passo falso che può compromettere la carriera di Amadeus come talent scout, a cui il conduttore romagnolo aspira, ispirandosi al mitico Pippo Baudo, che in passato ha scoperto star internazionali come Laura Pausini, Eros Ramazzotti e Andrea Bocelli e rilanciato dive dalla voce iconica come Mietta, Anna Oxa e Giuni Russo (tutti passati in rassegna nella playlist Spotify “L’ho inventato Io!”).

Proprio per questa aspirazione non più tanto velata di Amadeus, che – oltre a portare nella categoria Big artisti indie di nicchia come La Rappresentante di Lista (premiata da OA Plus e il MEI con il Premio Nilla Pizzi proprio nel Sanremo scorso) – ha portato al 50% il suo potere di scelta sull’intera tracklist della compilation di Sanremo 2022, non mi sorprendono le eliminazioni di tutti gli ex talent in lizza. Il merito di un loro eventuale exploit potrebbe essere infatti ricondotto ad altri conduttori, come Maria De Filippi (Amici) e Michelle Hunziker (All Together Now), o artisti, come Morgan e Piero Pelù (The Voice of Italy).

Dopo questa mia analisi critica passiamo all’ascolto dei due nomi che continuo a caldeggiare per l’istantanea trasformazione in Big, ovvero i due perfetti esponenti del nuovo cantautorato italiano spiccatamente indie-pop: Destro e Senza_Cri!

LEGGI Sanremo Giovani Story, una playlist per i talenti lanciati dal Festival

DESTRO

Destro, prodotto dal musicista e direttore di Radio 105 (sezione “Indie”) e del Premio Lunezia (sezione “Big”) Beppe Stanco, canterà “Agosto di piena estate”. Il vero nome del cantautore nato a Leverano, nell’incantevole provincia di Lecce, è Luca Castrignanò e ha iniziato a cantare all’età di 12 anni e a scrivere i suoi primi testi poco dopo.

Lo ascoltiamo nel suo ultimo potentissimo singolo, “Limited Edition”, uscito su etichetta Beat Sound e proposto come tormentone estivo dell’estate 2021. Queste le parole con cui Destro lo presenta al pubblico: Nel primo lockdown ho avuto un silenzio assordante in casa e ho pensato che fosse quello il momento giusto per lavorare su qualcosa di nuovo, che faccia rumore, che rompa la monotonia dei giorni. Così per caso è nata “Limited Ddition” con un testo che racchiude uno sfogo per l’ansia provocata dalle notizie che prendevano con prepotenza ogni angolo di ogni stanza”.

SENZA_CRI

Senza_Cri prende la chitarra in mano a soli 3 anni e da quel giorno non la lascerà più. Nell’orchestra delle scuole medie ha iniziato a suonare e dai 15 anni a comporre canzoni. Il suo vero nome è Cristiana Carella ed è figlia di un papà appassionato di musica e di una mamma ex-ballerina. La giovanissima cantautrice, nata a Brindisi e attualmente a Milano, debutterà sul palco di Sanremo Giovani con il brano “A me”. Il suo aspetto è deliziosamente lesbo-friendly e il suo ultimo singolo è “Tu sai”, uscito lo scorso Agosto su etichetta Uto.

Di che parlano le sue canzoni ce lo dice lei: “Le storie sono quelle che mi interessa raccontare. Nei miei testi canto i miei ricordi e le mie vicende, ma alla fine i sentimenti sono quelli di tutti, parlo di me ma anche di persone diversissime da me: amori bellissimi e amori impossibili, voglia di vivere e voglia di combattere. Gli stati d’animo sono infiniti, limitarsi ad essere solo felici o tristi è troppo poco”.

A produrla il musicista Carlo Giardina, che ha all’attivo collaborazioni con icone gay come Patty Pravo e Loredana Bertè e cantautori come Pino Daniele e Tullio De Piscopo, oltre a musiche di diversi spot e programmi televisivi, come la sigla di Striscia la Notizia. La ascoltiamo nella cover di “Cara Italia” di Ghali.

LEGGI Sanremo 2022. Giudici ad Area Sanremo anche Beppe Vessicchio e Piero Pelù. Ecco la playlist con i giovani aspiranti Big pronti al giudizio finale di Amadeus

LE SELEZIONI

Destro, Senza_Cri, Littamè e Vittoria, prima di arrivare sul tavolo di Amadeus, sono stati selezionati dalla Commissione di Valutazione di Area Sanremo, composta da Franco Zanetti (Presidente), dal Maestro Giuseppe Vessicchio (Presidente), Piero Pelù, Mauro Ermanno Giovanardi e Marta Tripodi. Il Presidente Onorario della Commissione di Valutazione è stato Vittorio De Scalzi. Il commissario supplente è stato Maurilio Giordana. Il garante di questa edizione è stato Massimiliano Longo.

Clicca qui per mettere “Mi piace” a HIT NON HIT – Blog & Press

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su TWITTER

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su INSTAGRAM

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

 

 


Rubrica, JazZONE. Mads Mathias, Anna Gréta, Rinky Tinky Jazz Orchestra, Andrea Farri & Chiara Civello, Ajak Kwai

Le Iene, altro caso Mark Caltagirone, questa volta la vittima è un campione di volley