“Genetica dell’amore” è il nuovo singolo di Gegè Telesforo. Estratto dall’album “Il mondo in testa, segna un nuovo incontro jazz con Ainé, che lo canta e lo firma.

Dal 28 marzo è disponibile in radio, in digitale e sulle piattaforme streaming il secondo estratto dall’album appena uscito di Gegè Tetesforo, “Il mondo in testa”, nato dalla co-produzione tra Jando Music, Groovemaster edition e Via Veneto Jazz. La distribuzione fisica è curata da Goodfellas, quella digitale da Believe.

Il brano si intitola “Genetica dell’amore” ed è un featuring con il cantautore nu soul Arnaldo Santoro, in arte Ainé, che ha prestato la sua splendida voce, e il sassofonista Alfonso Deidda. Ad accompagnarlo un videoclip che fa da scudo all’isolamento attuale per Covid-19.

«Il video di “Genetica dell’Amore” racconta la nostra condizione di isolamento casalingo in questi giorni difficili per tutti. – spiega Telesforo – La clip è un montaggio serrato, curato da Simone Calcagni, di selfie amichevolmente concessi da amici cari, parenti, colleghi e appassionati di musica. La ‘Genetica dell’Amore’ ci rende resilienti alle intemperie della vita, alla distanza sociale, che diventa così l’unica arma possibile contro un nemico invisibile».

La voce di Ainé aveva già impreziosito, nel 2012, l’album “Nu Joy” di Telesforo, in brani come “All I have to say” e “Last goodbye”, quest’ultimo assieme ad una delle voci più belle del panorama jazzistico femminile, Greta Panettieri.

ALBUM | IL MONDO IN TESTA

Il nuovo lavoro discografico di Gegè Telesforo – attualmente al primo posto della classifica jazz di iTunes, seguito da Kandace Springs – verrà presto recensito da OA Plus, quindi tenete sott’occhio l’apposita sezione. Il cantante, polistrumentista e produttore foggiano è al suo 12° album.

“Il mondo in testa” è un manifesto artistico ed esistenziale, ribadito in nove tracce. Nel disco sono condensati quaranta anni di ricerca musicale, di esperienze, di valori. Tutta la carriera di Telesforo è stata scandita da incontri con culture diverse che lo hanno portato, nel tempo, ad arricchire la sua anima musicale. La sua intera esistenza – che sia stata vissuta su un palco per un concerto, in uno studio televisivo, davanti ad un microfono di una radio o in una sala di registrazione – è paragonabile ad una lunghissima jam session, termine nato negli anni venti negli ambienti jazz e derivante dalla parola youruba dell’Africa occidentale, ‘jamu’, che significa “insieme in concerto”.

Dopo una serie di produzioni dedicate al mercato internazionale, Gegè Telesforo si è immerso, nell’arco di un anno e mezzo, nella realizzazione di un nuovo lavoro in lingua italiana, avvalendosi della “brotherhood” con professionisti come il bassista Dario Deidda, il percussionista Peppe Sannino e i sassofonisti Max Ionata e Alfonso Deidda. Ma non solo: tanti i giovani talenti coinvolti nel progetto. Per le voci, capitanate da Ainé, Lello Analfino,  Daniela Spalletta e Simona Severini. Per gli strumenti, invece, Pasquale Strizzi, Domenico Sanna e Seby Burgio alle tastiere, Christian Mascettadi alla chitarra e  Michele Santoleridi alla batteria.

Si potrebbe dire che tutto l’intero lavoro è un inno all’amore per la vita, per la natura, che parla di incontri e scoperte di un viaggiatore sempre circondato da suoni e ritmi. Per tradurre in immagini tutto questo, il video della title track, che ha anticipato l’album, è stato affidato alla video-artist di New York Dominique Bloink. Il videoclip è un’animazione carica di colori e sapori mediterranei, con immagini e simboli che riportano ai valori di cui Gegè da anni si fa portavoce e che ha voluto aggregare anche in questo video colmo di allegria, speranza, ricerca sonora e ritmica.

GEGÈ TELESFORO | BIOGRAFIA

Da anni è attivo protagonista nella valorizzazione della multietnicità, della condivisione, sia in termini artistici che pedagogici. Questo suo impegno è stato riconosciuto nel 2015 con la nomina di Goodwill Ambassador da parte dell’Unicef per il progetto “Soundz for Children” che lo ha portato in contesti sociali difficili e a rischio a raccontare a bambini e ragazzi i valori dell’accoglienza, amore, inclusione, solidarietà, usando come mezzo privilegiato il linguaggio universale della musica, nella sua accezione più estesa e profonda.

Gegè Telesforo è un divulgatore, che in ogni sua attività ha portato il seme della curiosità, della conoscenza, della competenza. Radio 24 gli ha affidato dal 2013 una fascia del weekend nella quale con il programma “Sound check” porta nuova aria nelle orecchie – e nelle menti – degli ascoltatori. Nessuna playlist preconfezionata, ma solo il piacere della scoperta, attraverso una proposta musicale che spazia dal jazz al pop, dalla musica classica alla world music.

Il concetto di divulgazione scorre anche nelle vene di “Variazioni su Tema” il programma di Rai 5, da lui scritto e condotto, che analizza con intelligente ironia, professionalità e impegno, gli umori della musica e degli artisti visti da una nuova prospettiva, la loro.

Nella sua carriera ha duettato anche con Dee Dee Bridgewater, Jon Hendricks, Dizzy Gillespie, Clark Terry, Giorgia e Tosca. Ha inoltre preso parte alle trasmissioni televisive di Renzo Arbore e suonato nella sua Orchestra Italiana.

AINÉ | BIOGRAFIA

Arnaldo Santoro, di origini pugliesi, nasce a Roma il 28 Settembre del 1991.

Dopo essersi diplomato in lingue, inizia la sua carriera musicale, frequentando prima il Saint Louis College of Music e poi l’Accademia di Musica a Roma. Successivamente si trasferisce negli Stati Uniti, vincendo due importanti borse di studio, una per la Venice Voice Accademy di Los Angeles, l’altra per il Berklee College Of Music di Boston.

Ad oggi, ha collaborato con Giorgia, Mecna, Willie Peyote, Ghemon, Gemello, Sergio Cammariere, Davide Shorty, Colapesce, Danti, Frenetik & Orange. Nel 2016 è uscito il suo album di debutto “Generation One” e nel 2019, per Universal Music Italia, l’ultimo album “Niente di me”. Oramai è dei massimi esponenti del nu soul, dell’hip hop e del soul in Italia, un vero e proprio punto di riferimento della nuova scena musicale italiana. MTV New Generation lo definisce l’ “Artista del Mese”, Vanity Fair lo inserisce tra i 25 Artisti Italiani emergenti più promettenti del 2019.

LEGGI ANCHE:

MEI, Recensioni. “Niente di me” di Ainé nasconde i mille volti di un artista completo

VIDEO | Genetica dell’amore

TESTO | Genetica dell’amore

(Autori: Eugenio Telesforo, Pasquale Strizzi, Arnaldo Santoro in arte Ainé)

Siamo geneticamente

fatti per cambiare noi,

viaggiando verso l’infinito

per ritrovarci con un cuor d’acciaio

Questo Mondo che ci lega

È in continuo movimento,

tiene vivo il desiderio

che non avrà mai fine

Credimi, non sarà la fine

Come un viaggio che ci porterà lontano

Seguimi, non sarà la fine

Come il vento che soffia piano piano

Prenditi cura di me

Brilla come un diamante

È un futuro senza limiti

Sei il mio grande desiderio

La mia luce nella notte, si

Ti prego ora salvami

da quest’ ombra che ritornerà

Brucia come un fuoco spento

Questa non è la fine

RIT

Credimi, non sarà la fine

Come un viaggio che ci porterà lontano

Seguimi, non sarà la fine

Come il vento che soffia piano piano

Prenditi cura di me

https://www.instagram.com/p/B7yRiYYoSIR/?utm_source=ig_web_copy_link


Clicca qui per mettere “Mi piace” al BLOG HIT NON HIT

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

 

 

 

 


Coronavirus, trovato morto suicida Roberto Galli, batterista della band Costa Volpara

L’emergenza Coronavirus ferma anche il Concertone, niente musica in Piazza San Giovanni