Se X Factor 2020 doveva essere un’edizione di rivoluzione e di rottura rispetto al passato, la presenza di NAIP (acronimo di Nessun Artista In Particolar) ne è forse il manifesto programmatico più evidente. Una scommessa azzardata da parte di Mika, perché in un contesto in cui spesso il pubblico ha dato dimostrazione di (fin troppo) attaccamento al “bel canto” e al pop easy listening dall’alto coefficiente di “acchiappo”, una figura come quella di Michelangelo Mercuri rischia di apparire fuori luogo.

Ma il capitano degli “Over” ha intuito fin da subito le possibilità dell’artista trapiantato a Bologna e fresco di compimento dei 30 anni. Ha afferrato cioè quello che a buona parte dei commentatori social sembra essere sfuggito: NAIP non è un fenomeno da baraccone o un saltimbanco per quanto di talento e  buono per “Italia’s Got Talent”, ma un vero e proprio musicista a tutto tondo. Capace di mutare pelle, come dimostrato nel percorso preliminare che lo ha portato fino ai live del talent Sky. Dal deflagrante esordio di “Attenti al loop” (poi riproposto anche nella puntata d’esordio dedicata agli inediti) passando per “Rapporto senza alcun senso” fino alla chiusura ad effetto con “Bandiera Bianca” cantata con piglio, rispettando il mega-classicone battiatesco ma allo stesso tempo mettendoci la sua firma.

L’esperienza ad X Factor 2020 naturalmente non rappresenta un esordio assoluto nel mondo artistico e musicale per Michelangelo, che vanta già una lunga carriera nella band rock sperimentale lametina Dissidio, quindi un disco firmato come NAIP dal titolo “Nessun disco in particolare“. Sonorità e “format” artistico (one man band con uso di batteria elettronica, synth, loop station, chitarra e voce) ripotano subito a Iosonouncane, che con “Die” ha firmato uno dei dischi più belli della scena alternativa italiana degli ultimi anni. Ascoltare per credere.

Ora la nuova sfida del talent, in un’edizione che sembra cucita su misura per lui. I giudici hanno espresso parere unanime di apprezzamento: dal laconico “Sticazzi!” di Manuel Agnelli, alle parole al miele pronunciate da Emma, che lo ha definito un genio, e Manuelito. Mika se lo è preso con lui e punta molte delle sue fiches per sbancare il talent proprio su NAIP. Convincere il pubblico resta la missione più difficile, ma anche la miglior prova provata che la rivoluzione voluta per X Factor 2020, con la musica (in tutte le sue forme) al centro del villaggio, è stata portata a termine con successo.

Segui OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: Sky/X Factor/Facebook

TAG:
Mika musica italiana NAIP Televisione X Factor 2020

ultimo aggiornamento: 12-11-2020


AmaSanremo: Luca Barbarossa pro-quote rosa. Greta Zuccoli e Le Larve promossi per Sanremo Giovani. LE PAGELLE della seconda puntata

Cattelan ancora alle prese con il Covid, a condurre il terzo live di X Factor ci sarà ancora Daniela Collu