Seguici su

TV

Boomerissima, le pagelle della seconda puntata: Katia Follesa show, tutti promossi al secondo giro

La sorpresa è servita. La seconda puntata di Boomerissima, seppur con i soliti limiti, cresce in termini di ascolti e gradimento grazie a un cast molto più azzeccato. Katia Follesa sale in cattedra, Alexia e Raf straordinari

Pubblicato

il

Boomerissima
In foto, tra Alexia Marcuzzi, Aka 7Even e Alexia. Grafica a cura di Andrea Butera

Boomerissima, le pagelle della seconda puntata. Incredibile ma vero. Floppata la prima, il nuovo show condotto da Alessia Marcuzzi si riprende e ottiene più ascolti. La puntata di martedì 17 gennaio è stata infatti seguita e 1.459.000 di telespettatori, pari al 8,5% di share registrando dunque +1,13 punti e +150.000 spettatori rispetto al debutto tiepido della scorsa settimana.

Merito, questo, di una “selezione all’ingresso” più azzeccata. Le due squadre infatti sono risultate molto più in sintonia e più a fuoco grazie a personaggi con tanta esperienza televisiva alle spalle. Malgrado dunque un format che alla base fa acqua da tutte le parti, lo show è apparso un po’ più solido e gradevole.

BOOMERISSIMA: LE PAGELLE DELLA SECONDA PUNTATA

Alessia Marcuzzi 9

È lei che tiene un format tutt’altro che perfetto, portando come sempre una ventata di serenità e tanta, tantissima energia. Come la prima puntata dimostra di essere camaleontica, equilibrata e di possedere un’arma segreta da far schiattare d’invidia le colleghe: non risultare mai volgare.

TEAM BOOMER

Katia Follesa 10

Semplicemente travolgente. In totale stato di grazie l’ex componente del duo Katia e Valeria diverte e soprattutto si diverte, si prende la scena non invadendo mai gli spazi della conduttrice. Un personaggio delizioso che starebbe benissimo di fianco ad Amadeus (lo abbiamo detto? Sì, lo abbiamo detto).

Elena Santarelli 6+

Boomer per un pelo (e con polemica social), visto che si differenzia di soli due anni rispetto alla Millennial Stokholma. Si prende i suoi tempi con estremo garbo e apparendo in grande forma.

Maurizio Lastrico 7

Ironico ed autoironico, a partire dalla scelta della sua super hit colonna sonora della sua prima volta (“durata più del rapporto stesso”). In confronto al Max Giusti della prima puntata, grasso che cola. Un imprinting comico che, per quanto senza troppi guizzi, intrattiene e ti strappa qualche sorriso.

Alexia 10

Si presenta in studio cantando in Medley “Happy/Dimmi come“. E per noi va già benissimo così. Dopo tanti anni di assenza, una delle grandi cantanti blues italiane torna finalmente sulle scene televisive, lì dove merita di stare. Il fatto che questo sia successo anche grazie a un album natalizio apprezzatissimo è ancora più magico.

TEAM MILLENNIALS

Ema Stockholma 7

Fa tanta radiovisione e si vede. Garbata, simpatica e soprattutto magnetica. Per lei potrebbe essere giunto il momento di fare il salto di qualità.

Pierpaolo Pretelli 7+

Totalmente a briglie sciolte, si muove benissimo in studio con una simpatia trascinante in grado di farti ridere anche senza un reale motivo.

Giulia Stabile 7-

Deliziosa come sempre. Pur non intervenendo in modo particolare, lascia trasparire la tanta genuinità che l’ha portata ad essere una delle giovani più amate. C’è un problema di fondo. Lei dovrebbe fare parte della Gen Z. Ma va bene così.

Paolo Ciavarro 6

Presenza discreta ed elegante nel suo, ha il compito non facile di destreggiarsi tra personaggi molto forti e tutto sommato ci riesce.

Aka7even 6+

Per quanto più volte (soprattutto durante il Festival di Sanremo dello scorso anno) abbiamo espresso non poche perplessità riguardo la produzione musicale dell’artista, in questo contesto risulta credibile ed assolutamente centrato. Si presenta con un medley, “Perfetta così/Loca”, in contrapposizione con Alexia. Ovviamente non c’è confronto, ma noi siamo boomer inside.

Boomerissima, le pagelle della seconda puntata – OSPITI

Raf 9

Mamma mia. Quando c’è da sfoderare un medley, nessuno ci riesce meglio di Raf. In qualsiasi occasione (pensiamo al recente Capodanno) il cantautore si pone davvero come ponte tra diverse generazioni, confezionando un sound elegantissimo, una tessitura vocale sottile e magnetica e canzoni tutte da cantare. Immenso.

LEGGI: Cherie: l’Italia ha bisogno di Raf

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alessia Marcuzzi (@alessiamarcuzzi)

Clicca qui per mettere “Mi piace” a HIT NON HIT – Blog & Press

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Grafica di Andrea Butera

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

WEB TV

Pubblicità