Sanremo 2021 ha le ore contate per quel che riguarda la composizione del cast e Amadeus annuncia due graditissime novità!

L’intento sotteso è quello di smacchiarsi dalla colpa di maschilismo che ha contraddistinto la sua carica di direttore artistico nell’ultima edizione del Festival di Sanremo, con cui ha obbligato tante donne di talento a fare il famoso “passo indietro” per permettere al “sesso forte” di non essere oscurato.

La soluzione è storica poiché, come prima novità, porterà a 26 il numero dei Big in gara, così come accadeva nel mitico Sanremo del 1988, diretto da Marco Ravera e vinto da Massimo Ranieri. 33 anni anni dopo, la gara canora più ambita d’Italia, in grado di lanciare, rilanciare o stroncare carriere in una sola settimana, ritornerà dunque con un cast in modalità “long” e senza eliminazioni.

Dal momento che anche Claudio Baglioni, che l’ha preceduto nel doppio ruolo di direttore e conduttore, è stato un aspro avversario delle quote rose, anche la seconda novità dà un significativo apporto storico alla popolarissima kermesse. Saranno ben 10 le cantanti donne in gara che calcheranno il Teatro Ariston in modalità anti-Covid nel 2021. Amadeus le ha già scelte.

AMADEUS: HO AVUTO L’IMBARAZZO DELLA SCELTA

Le due grandi novità sono state annunciate dallo stesso conduttore durante la presentazione alla stampa della finale di Sanremo Giovani. Il programma televisivo, che andrà in onda in prima serata giovedì 17 dicembre su Rai1 dal Teatro del Casinò di Sanremo, segue al talent pre-Sanremo AmaSanremo e vedrà anche l’attesissima comunicazione in diretta dei Big in gara.

Saranno 26, 2 più dell’anno scorso” ha dichiarato Amadeus, spiegando che si è reso necessario “perché la proposta era enorme: ho ascoltato quasi 300 brani che mi sono stati inviati e rispetto ai 20 previsti, ce n’erano almeno altri 20 meritevoli. Ho avuto l’imbarazzo della scelta”. E sulle quote rosa, oggetto di polemica lo scorso anno, ha chiarito anche che sul palco di Sanremo 2021 saliranno per la gara “10 donne”.

Stefano Coletta e Amadeus
In foto: Stefano Coletta (sx) e Amadeus (dx). Crediti Foto: Gian Mattia D’Alberto – LaPresse

STEFANO COLETTA: IL SANREMO DELLA RINASCITA

Presente alla conferenza stampa anche il direttore di Rai1, Stefano Coletta, che ha smentito l’annullamento o slittamento del Festival a causa della pandemia in corso e, tantomeno, il cambio di sede. “Sono state prese in considerazione opzioni diverse ma d’accordo con i vertici aziendali si è concordato che l’Ariston restasse la sede del Festival 2021, chiaramente in ottemperanza di tutte le norme di sicurezza che saranno richieste a momento” ha sottolineato.

Coletta ha anche aggiunto:“Spesso leggo ambivalenze che non fanno bene a noi che lavoriamo, nè alla kermesse stessa. Stiamo lavorando perché dal 2 al 6 marzo all’Ariston ci sia pubblico, naturalmente normato come sarà possibile a marzo. Noi stiamo lavorando perché Sanremo non sia il Sanremo del Covid ma il Sanremo della normalità e della rinascita. Ovviamente sulle singole misure, potremo essere più chiari con l’approssimarsi della scadenza”.

LE 10 DONNE BIG – DA GAIA A MADAME

Durante la serata del 17 dicembre Amadeus rivela che saranno fisicamente presenti sul palco del Casinò di Sanremo tutti i cantanti: “Avremo modo di raccontare il titolo della canzone e alla fine sapremo tutti i cantanti tra Giovani e Big”. Sul piano della qualità delle scelte ancora non ci possiamo sbilanciare, ma come al solito ai veri talenti contemporanei e alle colonne senza età che hanno sorretto il Festival e reso grande l’intera musica italiana nel mondo, si preferiranno i raccomandati delle major e dei talent show. Amadeus rassicura dicendo che “ci sarà una presenza di giovani altissima e che “tanti nomi sono usciti, alcuni giusti, altri no”.

Nonostante lo spot di Amadeus, la percentuale delle donne in gara rimane sempre molto bassa: intorno al 30%. Per la quota “indie” dovrebbe avere la meglio Arisa, mentre per la quota “vintage” la più quotata è Orietta Berti. Una scelta che non sarà all’altezza della sostituzione di Anna Oxa, a quanto pare respinta per la causa legale contro la Rai. Un vuoto che non riuscirebbero a colmare nemmeno Rossana Casale, Grazia Di Michele e Mariella Nava assieme. Tre non ne fanno mezza. La più adatta per popolarità e importanza vocale sarebbe Mietta, forte dell’evoluzione pop che l’ha riportata a elettrizzare le ultime due estati e la programmazione radiofonica. Ma, stando alle ultime quotazioni, le scelte di Amadeus sembrano restringersi alle seguenti cantanti.

  1. ANA MENA
  2. ANNALISA
  3. ARISA
  4. ELODIE
  5. FRANCESCA MICHIELIN
  6. GAIA
  7. GIUSY FERRERI
  8. LA RAPPRESENTANTE DI LISTA
  9. MADAME
  10. MALIKA AYANE
  11. MARGHERITA VICARIO
  12. NOEMI
  13. ORIETTA BERTI

Clicca qui per mettere “Mi piace” al BLOG HIT NON HIT

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: LaPresse


Franco Battiato: on demand il concerto a Segesta

Classifica Radio EARONE Airplay Dance, week 50. I Meduza alle spalle di Dotan