LATINA | LA RECENSIONE

Dopo dieci anni di successi, tra cui sei album, nove tournèe, tre film e tanta, tantissima, televisione, per Emma Marrone è arrivato il momento di tagliare il cordone ombelicale dall’universo targato “Amici” di Maria De Filippi, da cui non si è mai allontanata veramente. E così la cantante salentina ha deciso di celebrare la nuova avventura con Sky a X Factor, partita ufficialmente tre settimane fa, con un nuovo singolo, “Latina“, pubblicato il 28 agosto per Sony Universal.

Un brano che sembra voler rappresentare in musica la svolta di Emma che, per l’occasione, ha voluto esplorare mondi lontani dal suo repertorio con il producer del momento, Dardust, Davide Petrella e la finissima penna di Calcutta, uno che, quando affida i suoi testi ad altri fa sempre centro, basti pensare al capolavoro di ElisaSe piovesse il tuo nome” o a “Io non abito al mare” di Francesca Michielin. E anche “Latina” non è da meno. E i numeri non mentono: il singolo è infatti il più trasmesso dalle radio nella classifica earone da più di quattordici giorni.

Colpisce certamente la collocazione temporale di un pezzo che, indubbiamente, sarebbe diventato uno dei tormentoni italiani più riusciti di questa estate se fosse uscito anche solo un mese prima, in quanto semplicemente perfetto: un pop elettronico elegante con un ritornello ostico da interpretare, strettissimo e appoggiato su un arpeggio discendente. Il testo è un gioco basato tutto sull’identificazione tra una canzone e una ragazza. E non mancano le sciccherie di Calcutta: dalla divertente autocitazione (“E adesso è buio pesto“, palese rimando a “fuori è notte, mangio il buio col pesto“) all‘evocativa e inconfondibile immagine metaforica cara all’autore di “Paracetamolo, ovvero “Le stelle sono le stazioni e io ci corro dentro“.

Ad impreziosire ancora di più la produzione spicca il videoclip, diretto dai bendo, in cui la nostra viene ripresa in tutte le sue sfaccettature con una quantità cospicua di shoot compreso, finalmente, anche il lato spiccatamente erotico. Insomma, tutta l’operazione, X Factor e un singolo diverso, lascia presagire a una vera e propria rivoluzione artistica: a una Emma più moderna, meno canonizzata dagli stilemi filo-amici e, finalmente, imprevedibile.

La domanda però è d’obbligo. Siamo davanti davvero a una svolta concreta o “Latina” è semplicemente una parentesi che, come purtroppo è accaduto a molte artiste mainstream italiane, lascerà nuovamente spazio alle atmosfere pop rock melò ormai agee scritte dai soliti noti? Come sarà il prossimo disco della salentina? Costellato di nuove sonorità oppure il classico minestrone creato ad hoc per accontentare tutti per poi non accontentare, sotto sotto, nessuno? Solo il tempo potrà darci una risposta. In fondo è solo una questione di coraggio, elemento che Emma, in tutta onestà, sembra avere in abbondanza. Ma è arrivato il momento di dimostrarlo, una volta per tutte.

VOTO: 9/10

AGGETTIVO: PERFETTO

https://www.instagram.com/p/CFzsAtgHyuj/

TESTO

Anche se ora mi guardi, sono solo una voce
Ho passato un’altra estate a innamorarmi di te
Uscirei dalla radio per sfiorarti la pelle
Sono solo una canzone, me lo hai detto anche tu

E io non ti capisco (È così)
Mi vuoi latina ma non me lo dici
Suona un vecchio disco (È così)
Mi hai fatto odiare da tutti i tuoi amici
Adesso portami via
Che più mento e più mi ami
Sì ma portami via
O mi scorderai domani

Per baciarti le labbra non mi basta la voce
Ma ho bisogno che tu ti ricordi di me
Che mi canti per strada
E mi porti dove la paura non c’è
Per baciarti le labbra
Non ti basta chiamarmi per nome
Tutta la vita o una notte, per te
Sono solo una canzone
Sono solo una canzone

Perché a me non ci pensi, comе fossi un sospiro
Quella volta che mi hai detto: “Il motivo sеi tu”
E anche se ora mi guardi, resto solo una voce
Soffi sopra una candela e non mi senti più

Adesso è buio pesto (È così)
Le stelle sono le stazioni
E ci corro dentro (È così)
Meno male se la porta il vento questa malinconia
Che più mento e più mi ami
Ma ora portami via
O mi scorderai domani

Per baciarti le labbra non mi basta la voce
Ma ho bisogno che tu ti ricordi di me
Che mi canti per strada
E mi porti dove la paura non c’è
Per baciarti le labbra
Non ti basta chiamarmi per nome
Tutta la vita o una notte, per te
Sono solo una canzone
Sono solo una canzone

E adesso dove sei
Io sono qui dentro la radio
E ancora non so come mai
Mi cerchi in un’altra se sono qui
Mi maledirai

Per baciarti le labbra
Non mi basta la voce
Ma ho bisogno che tu ti ricordi di me
Che mi canti per strada
E mi porti dove la paura non c’è
Per baciarti le labbra
Non ti basta chiamarmi per nome
Tutta la vita o una notte, per te
Sono solo una canzone
Sono solo una canzone
Sono solo una canzone
Sono solo una canzone
Sono solo una canzone

ARTISTA: EMMA

SINGOLO: LATINA

ANNO: 2020

ETICHETTA: UNIVERSAL MUSIC ITALIA

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

TAG:
Amici Calcutta Dardust Davide Petrella Emma Latina Maria De Filippi

ultimo aggiornamento: 04-10-2020


Classifiche FIMI, week 40: Renato Zero sfida Achille Lauro, Ernia spodesta Rocco Hunt, Gazzelle batte Tommaso Paradiso

Ernia, Gaia, Samurai Jay, Rkomi & Madame, “Nuove strade”: arriva il t/rap motivazionale?