Ernia, Gaia, Samurai Jay, Rkomi & Madame: un’ammucchiata di rapper d’alta classifica per una canzone prodotta per giovani che amano la positività. Ce n’era bisogno?

TESTO

“Queste strade mi han sempre portato
dove io volevo, anche col fiato spezzato
sei bella anche di notte oppure appena sveglia
ti amo così tanto che ne vado fiera

Non me ne vado via
non me ne vado via
non me ne vado via
non me ne vado via di qua, di qua

Sul mio percorso c’eran trappole e tarantole a trarti nel buio fino
ho fatto splatter, Tarantino, per finirla a tarallucci e vino
fuga dai Tartari che trottan vicino
per ogni tarantella fatta, adesso sa di tartarre di bovino
datti pеr matto e a volte pensi chе han ragione gli altri
però la tratta più lunga dà senso agli attimi
è che in fondo la vittoria vera, no, non è apparente
è che alla fine sono sempre lo stesso di sempre

Più cresco, più capisco
che le persone han bisogno di aiuto
non sempre ci riesco, però ci tento
come un soldato che si rischia tutto
volevo curare che fosse il mio pane
mi ritrovo a farlo in un beat
quando il mondo sarà poi un posto migliore
ci ringrazieranno, sì
ci ringrazieranno davvero
per intere generazioni
baby, puoi guardare avanti
anche se è sempre buio, c’è luce in fondo
ricordati di dire un grazie
per ogni giornata in cui sei felice
che poi rischi di prenderci gusto
e uscire ogni giorno con gli occhi lucidi

Queste strade mi han sempre portato
dove io volevo, anche col fiato spezzato
sei bella anche di notte oppure appena sveglia
ti amo così tanto che ne vado fiera

Non me ne vado via
non me ne vado via
non me ne vado via
non me ne vado via di qua, di qua

Ti chiedi mai cosa piaccia al cielo?
veniamo spinti o lasciati cadere?
la fine ci mantiene onesti
il futuro è la luna che brilla anche se è ancora giorno
sento il profumo di un mondo completo
io sono proprio dovrei essere
il pavimento si alza
l’unico modo per tornare a galla
quello di cui un uomo ha bisogno non ha bisogno di un uomo
io sto girando l’Italia dormendo in hotel
non sto vendendo il mio passato per quello che non è
non sto vendendo il mio passato per quello che vorrei

Ne abbiamo fatta di strada
persi nel buio, ma paura nada
solo con chi ci sperava
quella luce ormai non è più lontana
il sacrificio ripaga
è quello che mi dice sempre mio papà
ora, sì, è felice mamma
gridano il mio nome in tutta l’Italia

Sai che il talento da solo non basta
scrivo il futuro chiuso in una stanza
vivo il presente, fra’, prima che passa
per questo non penso, lo faccio e basta
dimmi dove vai se ti scordi di chi sei
non conosco l’odio, solo amore per i miei

Solo amore per i miei scritto sui muri
il mare ci ricorda che non siamo i primi
scorgo dalle finestre quadri di vita quotidiana
dai balconi vediamo le stelle di questa Italia
ricorda chi sei, ricorda che capirai
nei porti le luci son anime che incontrerai
se poi non ti ascolti, il viaggio dura poco
ma stringimi la mano che poi spicchiamo il volo

Queste strade mi han sempre portato
dove io volevo, anche col fiato spezzato
sei bella anche di notte oppure appena sveglia
ti amo così tanto che ne vado fiera

Non me ne vado via (non me ne vado via)
non me ne vado via (non me ne vado via)
non me ne vado via (non me ne vado via)
non me ne vado via di qua, di qua (non me ne vado via, non me ne vado via)

Di qua, di qua
di qua, di qua”

Ora tutti fantastichiamo su come sarebbe meraviglioso assemblare il dream team del nostro genere musicale/sport/genere cinematografico preferito… Ernia, Gaia, Samurai Jay, Rkomi & Madame: Lavazza pesca 4 assi d’alta classifica per affiancare la new sensation Gaia, fresca di Amici e del tormentone in portoghese “Chega”. La base è affidata all’onnipresente Andry The Hitmaker, uno che quando c’è da metterci il ritmo giusto per fare il colpaccio in classifica non si tira dietro. Insomma tutto bellissimo e luccicosissimo, ed è proprio questo il problema. La base è un misto di pop trap strabusato e pop adolescenziale così laccato da essere anonimo, le barre per non dire nulla di scomodo, poco potabile o non immediatamente memorizzabile rimestano l’ultra banale, cosa assai grave dato che nel pezzo ci sono liricisti del calibro di Ernia e Madame. Insomma, ascolti il pezzo in radio e pensi: “Ma serviva sprecare tutto questo talento per un brano promozionale in cui già Gaia bastava e avanzava?”. Intendiamoci: il singolo non è male anzi, è più che discreto, ad abbassare il voto è lo spreco abnorme di risorse per partorire un prodotto standard.

VOTO: 6/10

AGGETTIVO: eccessivo

SINGOLO: NUOVE STRADE

ARTISTA: ERNIA, GAIA, SAMURAI JAY, RKOMI & MADAME

ANNO: 2020

ETICHETTA: CANTERA, SONY MUSIC

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

 


Emma convince con “Latina”. Ma sarà davvero una svolta?

Sia, nel nuovo singolo “Courage to change” l’invito a trovare la ricetta per uscire dal buio di questo periodo