L’uomo è stato smascherato quando l’operatrice gli ha chiesto di scoprire tutto il braccio

Voleva il Green pass, ma non voleva fare il vaccino, così un 50enne di Biella ha pensato che ci fosse un’unica strada: tentare la truffa, ma in un modo davvero bizzarro.

L’uomo, infatti, si è presentato all’hub vaccinale con un avambraccio in silicone, pensando di ingannare gli operatori sanitari.

Una volta arrivato il suo turno, ha scoperto il braccio simile alla vera pelle, ma non certo a livello di colore e soprattutto al tatto. L’operatrice sanitaria, infatti, non ci ha messo molto a scoprire l’inganno, e per smascherare il truffatore gli ha chiesto di scoprire tutto il braccio, cogliendo in fallo il 50enne.

A quel punto ha chiamato i Carabinieri intervenuti sul posto, che hanno denunciato l’uomo mentre l’Asl ha  segnalato il caso alla procura. Per il Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio “un caso che rasenta il ridicolo, se non fosse che parliamo di un gesto di una gravità enorme, inaccettabile di fronte al sacrificio che la pandemia sta facendo pagare a tutta la comunità”.

Segui OA Plus Viaggi su Instagram 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti: LaPresse


Padova, Alessandro morto a 37 anni a causa del phon

Violenza sulle donne, braccialetto elettronico, scorta, non più necessaria la denuncia, queste ed altre novità