Milano, Vasco Rossi in concerto a San Siro
Crediti Foto: Carlo Cozzoli / LaPresse

Cinque ragazzi a bordo di un’auto, partita da Napoli e diretta verso Zocca (MO), sono stati denunciati per violazione del decreto sulle norme per il contenimento del coronavirus

Zocca (MO), 11 Marzo

A bordo di un’auto, partita da Napoli e diretta verso Zocca (MO), cinque ragazzi sono stati fermati dalle forze dell’ordine proprio nei pressi del Comune modenese. I carabinieri, impegnati nel controllo sulle violazioni del decreto ministeriale per il contenimento del coronavirus, hanno provveduto immediatamente ad effettuare i controlli.

“Veniamo da Napoli e siamo qui per vedere la casa di Vasco”

La giustificazione, che ovviamente non rientra nei casi in cui uno spostamento è concesso, non ha evitato ai cinque ragazzi di ricevere la denuncia per violazione del decreto, emanato dal Governo, sulle norme contro il Covid-19.

Ieri pomeriggio è scattata quindi la denuncia per i cinque fan del rocker, due ragazzi e tre ragazze tra i 18 ed i 23 anni, causa la violazione dell’articolo 650 del codice penale.

Vasco a Los Angeles

In queste ore il cantante si trova “bloccato” a Los Angeles e nei giorni scorsi si era già fatto portavoce della campagna #iorestoacasa. Su Instagram, attraverso un post, ha comunicato:

“Corona… quando il gioco si fa duro i duri cominciano a ballare! Sto cercando di tornare in Italia. Ad ogni costo!”.

Lo scrive il Blasco attraverso un collage di foto in cui indossa una mascherina nera, accompagnato dall’hashtag #volicancellati, che fa capire la difficoltà di rientrare nel nostro Paese in questo momento.

Non sappiamo se questi ragazzi sapessero dell’esatta ubicazione di Vasco Rossi, ma speriamo certamente che altri non salgano a bordo di un aereo per raggiungerlo.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: LaPresse

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui