Costa Deliziosa
Crediti Foto: Shutterstock.com

Ulteriori modifiche nel calendario e nei piani della società: Costa Deliziosa sospende le crociere della Grecia

Stop di Costa Deliziosa

Costa Crociere ha sospeso le crociere della “Costa Deliziosa” dirette in Grecia. La decisione, fanno sapere dalla compagnia, è determinata dalle misure adottate dal governo greco in risposta al numero di contagi, in aumento, da Coronavirus. L’itinerario, che faceva tappa a Trieste, Katakolon, Atene, Iraklion e Bari, non partirà, dunque, nelle date del 7, 14, 21 e 28 novembre e del 5,12 e 19 dicembre. “Costa Smeralda” invece, la seconda nave della società attualmente in servizio, continuerà i suoi viaggi, dedicati alla scoperta dell’Italia, come da programma. Il tutto, ovviamente, nel massimo rispetto dei protocolli sanitari. La “Deliziosa“, che ha raggiunto il porto di Trieste, si fermerà per sette settimane.

Ripresa delle operazioni

La ripresa delle operazioni di “Costa Deliziosa” è prevista per il 26 dicembre con un itinerario italiano alla scoperta di alcune tra le più belle destinazioni del Mar Adriatico e del Mediterraneo orientale tra le quali Trieste, Bari, Brindisi e Catania. Ulteriori destinazioni si aggiungeranno nelle prossime settimane. I protocolli sanitari sviluppati da Costa Crociere, in coordinamento con le autorità mediche, hanno dimostrato che è possibile viaggiare con elevati standard di sicurezza. Sin dalla ripresa del 6 settembre, Costa ha ricevuto un forte apprezzamento da parte degli ospiti proprio su tali aspetti.

Cambio di programma

Proprio come annunciato precedentemente, la compagnia è stata costretta a rivedere il proprio calendario delle partenze in corso d’opera. Ora, in seguito alle decisione prese dal governo greco, Costa Crociere ha dovuto modificare ulteriormente il programma invernale eliminando, dai progetti iniziali, i viaggi di Costa Deliziosa. Sicuramente una grave perdita economica per una società, così come il settore crocieristico in generale, già fortemente bersagliati dalle restrizioni e dalla crisi ad esse associate.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: Shutterstock.com