Green pass obbligatorio anche per gli studenti che possono farlo per riaprire la scuola a settembre e alternative per i non vaccinati. Lo chiede l’associazione dei presidi che ha incontrato in queste ore il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi. “Le condizioni per un rientro duraturo e in presenza dipendono essenzialmente dall’esito della campagna vaccinale per personale della scuola e studenti. L’alternativa a questo, deve essere chiaro a tutti, è la didattica a distanza” ha detto Antonello Giannelli, presidente dell’Associazione Nazionale Presidi, all’incontro con il ministro Bianchi. “Il parere del Cts del 12 luglio non è sufficientemente preciso e deve essere tradotto in concrete indicazioni per le scuole”, ha aggiunto.

Da parte sua il ministro dell’Istruzione ha confermato che “l’obiettivo del governo è il ritorno a scuola in presenza”. Il Piano Scuola in vista del rientro in presenza a settembre sarà presentato dal governo il prossimo 29 luglio alla Conferenza Stato-Regioni. In merito alla campagna vaccinale, a livello nazionale l’85,5% del personale scolastico risulta vaccinato.

 

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse


Restano liberi gli otto autisti di autobus che per due anni avrebbero abusato di ragazza disabile

Nonno e zii uccidono nipote 17enne a bastonate e l’abbandonano su un ponte: “Portava i jeans, look troppo occidentale”