Tra i 10 indagati per omicidio ci sono anche le zie e i cugini

L’hanno uccisa a bastonate perché vestiva troppo all’occidentale.

L’orrenda vicenda arriva dall’India, dove a perdere la vita è stata una ragazza di 17 anni, Neha Paswan, rea di essersi ribellata alle imposizioni familiari.

Neha Paswan viveva a Savreji Kharg, un villaggio nel distretto di Deoria, una delle regioni più povere e arretrate dell’Uttar Pradesh. Secondo quando raccontato dalla mamma alla BBC, qualche sera fa i nonni le hanno chiesto di togliere jeans e t-shirt, indossando abiti meno accidentali. La ragazza secondo la madre avrebbe testualmente risposto che “i jeans sono fatti per essere indossati, io li tengo”.

La discussione è così tragicamente degenerata, con nonni e zii che l’hanno picchiata con un bastone fino ad ucciderla, portando poi il cadavere su un ponte dove la ragazza è stata poi ritrovata.

La polizia sta indagando per omicidio: sarebbero coinvolte 10 persone, tra cui gli zii, le zie, i cugini e l’autista che avrebbe dovuto accompagnare la ragazza in ospedale e che, invece, l’avrebbe poi portata e lasciata agonizzante sul ponte.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Foto: LaPresse

TAG:
india jeans Neha Paswan occidentale t-shirt uccisa a bastonate

ultimo aggiornamento: 28-07-2021


Scuola, green pass obbligatorio anche per gli studenti: la proposta dei presidi al governo

UNESCO, i portici di Bologna eletti “patrimonio dell’umanità”. Sei nuovi siti anche a Firenze