Immediati i tentativi di rianimarla, ma per Giorgia non c’è stato nulla da fare

Giorgia Manenti di 25 anni, è stata ritrovata ieri dal padre,  in una vasca esterna del liquido di lavorazione dell’azienda di famiglia. Nell’azienda Giorgia si occupava di assemblare packaging per cosmetici. Il dramma è accaduto alla ‘Mega Srl’ di Tagliuno, frazione di Castelli Calepio (Bergamo).

Secondo una prima ricostruzione, Giorgia aveva da poco finito il pranzo quando verso le 13.30, è uscita sul retro dell’azienda per versare in una vasca esterna del liquido di lavorazione. A questo punto, l’ipotesi più probabile è che la ragazza sia finita dentro la vasca, probabilmente colta da un malore e li è rimasta priva di sensi in 30 cm di liquido, tanto quanto basta per inalarlo e perdere la vita.

Secondo quanto riportato dal ‘Corriere Bergamo’, al momento della tragedia la 25enne era al telefono con un’amica, che poco dopo è accorsa sul posto, ma a trovare il corpo senza vita è stato il padre. Pare che la ragazza in passato fosse stata affetta da epilessia, ma era ormai da anni che non si presentavano più le crisi.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

 

Crediti Foto: Chiara Manenti Instagram

TAG:
Giorgia Manenti

ultimo aggiornamento: 09-09-2022


Alfonso Signorini si è lasciato con il compagno: “Sulla carta sono single , ma sono molto innamorato di una persona che non fa parte del mondo dello spettacolo”

Le curiosità sulla vita di regina Elisabetta che non vi immaginate nemmeno, persino la recita in un film di 007