Ecco la nuova rubrica 80PARADE Cosa resterà degli anni 80? con 5 brani tratti dalle classifiche settimanali e annuali italiane degli anni ‘80.

Un’occasione imperdibile per riscoprire canzoni e artisti che hanno segnato un’epoca che sta vivendo un momento speciale di rivalutazione.

Questa settimana una versione sorprendente del Banco del Mutuo Soccorso, la dance sofisticata di Lisa Stansfield, un evergreen di Nino D’Angelo, il rock di Bruce Springsteen e un brano cult firmato Orchestral Manoeuvres in the Dark.

Grande Joe – Banco del Mutuo Soccorso [#45, 1985]

Nel 1985 il Banco del Mutuo Soccorso partecipa al Festival di Sanremo con “Grande Joe” ottenendo scarsi risultati. Il brano, composto da Francesco Di Giacomo e Vittorio Nocenzi, viene inserito nell’album “…e via” che chiude una parentesi molto importante a cui segue una pausa dal mondo discografico.

This is the right time – Lisa Stansfield [#24, 1989]

This is the right time” è il singolo con cui Lisa Stansfield nell’estate del 1989 prepara il terreno per il suo più grande successo, il seguente “All around the world“. La traccia prodotta, in stile house music, dai Coldcut, insieme a Mark Saunders è infatti il primo singolo dell’album “Affection” album di debutto della cantante inglese.

Vai – Nino D’Angelo [#11, 1986]

Presentato al Festival di Sanremo 1986, “Vai” è uno dei brani più noti di Nino D’Angelo. La canzone scritta da Nino D’Angelo per il testo e Antonio Annona per la musica viene pubblicata nell’album “Cantautore” dello stesso anno e al Festival si classifica settima davanti a Mango, Rettore, Loredana Bertè, Sergio Endrigo e Zucchero.

Brilliant disguise – Bruce Springsteen [#9, 1987]

Nell’ottobre del 1987 il cantautore americano Bruce Springsteen pubblica “Tunnel of Love”, il suo ottavo album in studio. Dal disco viene estratto il primo singolo “Brilliant disguise“, una canzone sull’insicurezza che vede la partecipazione dell’immancabile E Street Band.

Enola Gay – Orchestral Manoeuvres in the Dark [#1, 1981]

Enola Gay” è il primo grande successo internazionale della band britannica Orchestral Manoeuvres in the Dark incluso nell’album “Organisation” del 1980. Il brano, scritto dal frontman Andy McCluskey, è un’originale inno pacifista in versione synth-pop.

Clicca qui per mettere “Mi piace” a HIT NON HIT – Blog & Press

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su TWITTER

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su INSTAGRAM

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Rubrica, JazZONE. Francesca Gaza, Angrusori, Alessandro Orlando Graziano, Kuu!, Nite Jewel

OA PLUS INTERNATIONAL CHART (WEEK 36/2021): il nu soul protagonista sul podio con Sasha Keable & Jorja Smith, Nao, Lady Blackbird