Ecco JazZONE week parade con 5 proposte tratte da 5 album jazz (e dintorni) usciti negli ultimi mesi che meritano attenzione. Un’occasione imperdibile per scoprire nuovi artisti e nuove produzioni dal tocco raffinato.

Questa settimana la ricerca musicale di Sinikka Langeland, l’elettroblues di Rosanna Salati, le corde emozionanti di Chris Thile, la collaborazione tra Melody Gardot e Ibrahim Maalouf e l’ensemble italiano Tendha.

Sinikka Langeland – Don’t come to me with the entire truth (Wolf Rune)

Sinikka Langeland con il suo kantele da anni di dedica anima e corpo alla riscoperta di un’identità sonora che rappresenta Finnskogen, la “foresta finlandese” della Norvegia. Sinikka integra nelle proprie canzoni inni popolari, canti sciamanici e danze tradizionali, attinge a molteplici fonti poetiche ed esplora senza limiti la gamma espressiva dei suoi strumenti (kantele e voce). Pochi artisti incarnano lo spirito di un luogo in modo così completo come Langeland e la sua musica riflette la natura selvaggia e le interrelazioni dei suoi abitanti. “Wolf Rune” è il nuovo album da cui è tratta “Don’t come to me with the entire truth“, registrato nel dicembre 2019 al Rainbow Studio di Oslo e uscito per la prestigiosa ECM.

Rosanna Salati – Blues del giorno dopo

Dopo l’uscita di “When I heard”, brano ambientalista dal taglio electro-pop, Rosanna Salati propone il nuovo singolo “Blues del giorno dopo” che mescola blues ed elettronica. «È un blues in 6/8 arricchito da sintetizzatori, batterie elettroniche e sezioni orchestrali che donano al pezzo una veste più contemporanea. Il brano è nato da un giro di accordi molto semplice suonato al piano. In fase di arrangiamento abbiamo deciso, con BiancoSporcoProduzioni, di “sporcare” un po’ questo blues, utilizzando suoni elettronici per le ritmiche e inserendo elementi sinfonici» così la stessa cantante (anche autrice del brano con Francesco Bianco) racconta il brano, che parla di violenza contro le donne, e condanna la concezione dell’amore e del sesso nel nostro tempo.

Chris Thile – Laysong (Laysong)

Chris Thile, mandolinista, cantante e cantautore americano pubblicherà per Nonesuch Records il prossimo 4 giugno 2021 il nuovo album “Laysongs“, registrato a Hudson in una chiesa convertita a studio di registrazione. L’album sarà il suo primo vero album da solista (voce e mandolino) e conterrà nuove registrazioni e cover sul tema della spiritualità. Il brano di apertura dell’album è l’omonimo “Laysong” nato dopo una conversazione con il presidente emerito di Nonesuch Bob Hurwitz. Co-produttrice del progetto la moglie di Thile, l’attrice Claire Coffee, fondamentale per la tessitura narrativa dell’album.

Melody Gardot, Ibrahim Maalouf – Love Song (Sunset in the blue-Deluxe Version)

Melody Gardot ha appena ripubblicato l’album “Sunset in the blue” in versione Deluxe con l’aggiunta di questa “Love Song” che vede la partecipazione del trombettista franco-libanese Ibrahim Maalouf e di altro materiale inedito. Il brano è una cover della celebre canzone di Lesley Duncan contenuta nell’album “Sing Children Sing” del 1971 con Elton John al piano.

Tendha – Tendha

Il suono dei Tendha è indescrivibile, un mix tanto originale quanto inafferrabile e alieno, fatto di voci, clarinetto e batteria. Sperimentazione pura, avanguardia ma con uno spirito urban molto giocoso e avvincente. L’inedito ensemble è formato da Marcella Malacrida e Mariano Ciotto (voci), Arturo Garra (clarinetto basso) e Fabrizio Carriero (batteria).

Questa settimana sperimentazioni a tratti radicali a tratti sorprendentemente vivaci e cool. Buon ascolto!

Clicca qui per mettere “Mi piace” al BLOG HIT NON HIT

Segui OA PLUS su INSTAGRAM

Metti “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Tiziano Ferro, potremo vederlo in concerto solo tra due anni: l’annuncio col “cuore spezzato”

EUROVISION SONG CONTEST 2021: Scopriamo Estonia, Slovenia e Germania