Un filo buonista ma tutto sommato convincente l’educato nuovo singolo di Virginio che abbatte tutti i muri possibili.

BRAVA GENTE| LA RECENSIONE

Sono passati dieci anni dalla sua vittoria ad Amici, e Virginio, perché di lui stiamo parlando, è rimasto sempre lo stesso: un artista educato, pacato e solennemente fedele al suo stile, aspetto tutt’altro che banale. Tutti elementi che si ritrovano in “Brava gente“, il singolo estivo pubblicato venerdì 18 giugno per MP Film.

Ultimamente più conosciuto come autore (il nostro ha firmato brani per colleghi del calibro di Francesca Michielin, Laura Pausini, Chiara Galiazzo e Lorenzo Fragola), con questo passaggio, un po’ come successo con la precedenteRimani“, il cantautore certifica un ritorno in grande spolvero, proponendo un brano che segue le ultime tendenze musicali sciorinandole con un uso smodato di synth, ben calibrati e oculati.

Di primo acchito tutto può sembrare un filo buonista, e forse lo è; tuttavia l’intero brano è stato concepito con un intento chiaro: raccontare la voglia di amare senza sentire il pericolo di essere discriminati. Qualcosa di molto attuale e di molto urgente, specie in tempi strani e pericolosi come questi. A impreziosire l’episodio, un ritornello che non spinge per potenza ma affascina per leggerezza. Bene così.

VOTO:  7

AGGETTIVO:  ESPRESSIVO

ARTISTA: VIRGINIO

SINGOLO: BRAVA GENTE

ETICHETTA: MP FILM

Clicca qui per mettere “Mi piace” a HIT NON HIT – Blog & Press

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su TWITTER

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su INSTAGRAM

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Deddy, La prima estate: semplicità e melodia

Marco Carta, Malasuerte o come non scrivere più un tormentone