Un pezzo evocativo quello di Tropico e Franco 126, manifesto di quell’ITpop fatto bene oggi completamente latitante.

PIAZZA GARIBALDI | LA RECENSIONE

Ci sono dei luoghi evocativi, in tutto il mondo, in tutte le città. A volte cambiano, da generazione a generazione, a volte rimangono gli stessi. Quante liti, quanti amori, avranno visto le Colonne di San Lorenzo di Milano, i portici di Bologna, i vicoli ferraresi, o il chilometro più bello d’Italia di Reggio Calabria che si affaccia sullo stretto di Messina. Ne sa qualcosa Davide Petrella, in arte Tropico che, nell’estate appena passata agli archivi, ha pubblicato insieme a Franco 126Piazza Garibaldi”, singolo rilasciato il 3 luglio 2021 per Universal/Island.

Il brano infatti è un affresco estivo ambientato nella celeberrima piazza romana che si affaccia sul belvedere del Gianicolo. Un affresco di vita, o meglio di riflessione. Sì perché l’artista, al momento in auge come songwriter, riesce nel non semplice intento di raccontare un momento di sospensione con un approccio quasi terapeutico e con una leggerezza che non sconfina mai nelle banalità più clamorose.

Musicalmente siamo in piena zona itpop, tappeto dove l’ospite del pezzo si spalma senza problemi inondando l’atmosfera di dolce malinconia. Nulla di nuovo sotto il sole, sia chiaro, ma considerando il modo in cui un genere come questo viene massacrato ormai da anni da presunti musicisti pronti a replicare in modo sfacciato la tendenza del momento, sentire un episodio del genere suonato e soprattutto scritto bene non può fare altro che piacere. Delizioso.

VOTO: 7/10

AGGETTIVO: MALINCONICO

ARTISTA: TROPICO FEAT FRANCO 126

SINGOLO: PIAZZA GARIBALDI

ANNO: 2021

ETICHETTA: UNIVERSAL/ISLAND

Clicca qui per mettere “Mi piace” a HIT NON HIT – Blog & Press

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su TWITTER

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su INSTAGRAM

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


E te veng’ a piglià: cosa sta tramando Liberato?

Rkomi: Ho spento il cielo. Una naturale transizione pop