Con il singolo in duetto con Tommaso Paradiso, Rkomi entra definitivamente nell’universo mainstream (dove si muove benissimo).

HO SPENTO IL CIELO | LA RECENSIONE

Uno sta per fare il botto definitivo, l’altro lo ha già fatto, accusando in parte il colpo la separazione dal proprio gruppo alquanto burrascosa. Sono due le situazioni diverse che si incontrano in “Ho spento il cielo“, il singolo del Rkomi in collaborazione con Tommaso Paradiso pubblicato il 13 aprile 2021 per Universal/Island aprendo le danze al significativo album “Taxi driver“, rilasciato poi dopo poco più di quindici giorni.

Un brano che è molto rappresentativo, non tanto per qualità (probabilmente il peggiore di tutto il nuovo progetto), ma per il senso, in quanto segna in modo solido il passaggio dell’ormai ex rapper al pop, l’addio agli schemi pre impostati della trap, concettualmente poi distrutti nell’audace live Mtv unplugged, uscito nelle scorse settimane.

Una transizione avvenuta comunque nel giusto modo, tanto da risultare praticamente naturale e mai brutale, malgrado un tentativo, complice comunque l’apporto funzionale del cantautore romano, probabilmente eccessivamente quadrato che, fortunatamente, non si ritrova nelle altre tracce del disco, sì pop ma meno ovvie e decisamente più interessanti.

Paradiso dunque, nei fatti, ha accompagnato Rkomi nell’universo ultra mainstream, lasciandolo poi camminare da solo, come fanno i fratelli maggiori. E lui sembra cavarsela molto bene. Ascoltare l’ultima produzione per credere.

VOTO: 7/10

AGGETTIVO: RAPPRESENTATIVO

ARTISTA: RKOMI FEAT TOMMASO PARADISO

SINGOLO: HO SPENTO IL CIELO

ANNO: 2021

ETICHETTA: UNIVERSAL/ISLAND

Clicca qui per mettere “Mi piace” a HIT NON HIT – Blog & Press

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Piazza Garibaldi: la malinconia sospesa di Tropico e Franco126

AMICI 21: le pagelle degli inediti dei nuovi cantanti di Maria De Filippi