Il nuovo singolo proietta Noemi in una dimensione ancora più consapevole e promettente in vista di Sanremo 2022. E se la Metamorfosi non fosse finita?

GUARDARE GIÙ| LA RECENSIONE

E se la metamorfosi di Noemi non si fosse ancora conclusa? E se il passo in avanti in termini di qualità già mostrato con “Glicine” non si sia completato del tutto? Due domande legittime, le cui risposte sono da individuare in due canzoni della rossa, una uscita recentemente, “Guardare giù“, pubblicata lo scorso 12 novembre per Columbia Universal, l’altra in quella sanremese, dal titolo ancora ignoto, che verrà presentata il prossimo febbraio in occasione della Settantaduesima edizione del Festival della Canzone Italiana.

Il brano già edito, arrivato dopo il banger estivo “Makumba” (con Carl Brave) – sembra direzionare la nostra in una dimensione più consapevole e matura, con cui tutta probabilità apparecchierà la tavola in vista delle kermesse dell’Ariston. Supportata dalla scrittura di Alessandro La Cava, l’autore-rivelazione dell’ultimo anno celebre per il suo contributo alle hit di Sangiovanni, la cantante romana ci parla di tutte le incertezze di una relazione in precario equilibrio, non nascondendo però la polvere sotto al tappeto, bensì affrontando i problemi dritti in faccia.

Il claim di tutto l’episodio risiede nel ritornello, dove l’artista canta la forza e il rischio di stare sospesa con le “Gambe a penzoloni e di guardare giù“, riportando nel pop un termine strambo e colloquiale, “penzoloni”, utilizzato in passato soltanto da Erica Mou ne “La vasca da bagno del tempo” (lì a penzoloni erano i lobi), confezionando musicalmente parlando un mosaico interessante vicino al soul, complice una strofa incentrata su melodie strette e tutt’altro che semplici da cantare con repentini cambi di tono, per un bridge e un ritornello invece scanditi ma decisamente aperti, utili a far immergere l’ascoltatore nelle trame di una nuova era che non detterà certamente nuovi stilemi ma che, finalmente, potrà aiutare Noemi a compiere quel definitivo salto di qualità atteso ormai da troppo tempo. Transitorio e promettente.

VOTO: 7/10

AGGETTIVO: TRANSITORIO

ARTISTA: NOEMI

SINGOLO: GUARDARE GIÙ

ANNO: 2021

ETICHETTA: COLUMBIA/SONY

Clicca qui per mettere “Mi piace” a HIT NON HIT – Blog & Press

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


X FACTOR 2021: le pagelle della Finale. Baltimora vince sfruttando la bellezza della melodia e del pop

Sanremo 2022. Nel cestino di Amadeus anche le dive preferite dai gay e i cocchi toscani di Carlo Conti. Ecco la lista shock degli esclusi e la playlist da ascoltare in loop!