Fedez sfodera l’artiglieria pesante chiamando a rapporto nostra regina dei meme, Orietta Berti, e l’artista del momento, Achille Lauro.  E sì, funziona tutto.

MILLE| LA RECENSIONE

Fedez è artista e imprenditore, si sa. Qualche tempo fa, in occasione di un’intervista davvero interessante rilasciata al divulgatore di opportunità digitali Marco Montemagno, il rapper ha espresso un concetto molto importante, se non fondamentale per inquadrare il suo modus operandi: “[…] Sapere che la campagna marketing di Baci perugina che ho costruito ha fatto fatturare il 50% in più rispetto all’anno pregresso per me è motivo d’orgoglio tanto quanto fare un album di successo“. Tutto si può dire del cantautore, tranne che non sia una persona estremamente franca.

Per l’estate del 2021, dopo un ritorno sulla scena musicale ben diluito con brani giusti al momento giusto – da “Bimbi per strada (children)” alla sanremese “Chiamami per nome” – il noto cantante in vista dell’estate 2021 ha deciso di sferrare l’artiglieria pesante, chiamando a rapporto non solo Orietta Berti, senza dubbio uno dei personaggi dell’anno, ma anche Achille Lauro, ormai diventato per la massa un vero e proprio idolo assoluto. La componente artistica e quella imprenditoriale del milanese si sono quindi unite più che mai nella realizzazione di “Mille, singolo pubblicato l’11 giugno 2021 per Columbia/Sony già in testa a tutte le classifiche radio e streaming.

Un pezzo pensato da diverso tempo: già a marzo, durante Sanremo, il cantante aveva già dichiarato pubblicamente la sua intenzione di incidere un brano estivo con l’Orietta Nazionale che, nel frattempo, faceva impazzire l’Italia con la sua bella voce e con le sue irresistibili gaffes. E già al contempo, tra gli addetti ai lavori, ci si domandava come sarebbe stato strutturato, musicalmente parlando, un incontro tra i due.

Effettivamente unire due (poi tre) anime così diverse era tutt’altro che semplice. Eppure, il problema è stato ovviato in modo positivo dal super team di autori ormai caro all’autore di “Cigno nero“, ovvero Davide Simonetta, Dargen D’Amico e Paolo Antonacci, i quali hanno contribuito insieme a Lauro e Fedez alla stesura del brano: il punto d’incontro è stato un twist, ritmo paradossalmente più vicino agli ospiti che al padrone di casa, condito da energia e divertimento.

Grazie alla varietà di agenti coinvolti Mille” sta già dominando in lungo e in largo, abbracciando non solo uno spettro generazionale ampio, ma anche diversi tipi di persone, tutte unite in questo ballo spensierato che si accende sempre di più nel ritornello, affidato a Orietta, uno di quegli incisi che rimangono subito impressi nella memoria. Il placement della Coca-Cola Zero, il quale accentua quel verso diventato ormai meme “Labbra rossa Coca-Cola“, è semplicemente la ciliegina sulla torta dell’ennesima operazione di marketing andata ogni oltre aspettativa.

Ma non è tutto oro ciò che luccica. Se da una parte “Mille” attesta l’estro e la visione a 360 gradi di Fedez, dall’altra certifica il tramonto dell’hype di Achille Lauro, personalità impossibile da decifrare passato da essere considerato il Re Mida dell’Avanguardia italiana a ospite in uno dei tormentoni più quadrati e meno edulcorati della storia recente. Sia chiaro, in questa occasione il suo apporto non passa certo inosservato, ma se lo ascoltiamo in riferimento al modo in cui ha voluto veicolare il suo messaggio, forzatissimo, all’ultimo Festival di Sanremo, ecco, viene un po’ da ridere.

VOTO: 7+/10

AGGETTIVO: EFFICACE

ARTISTA: FEDEZ FEAT ACHILLE LAURO E ORIETTA BERTI

SINGOLO: MILLE

ANNO: 2021

ETICHETTA: COLUMBIA/UNIVERSAL

Clicca qui per mettere “Mi piace” a HIT NON HIT – Blog & Press

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su TWITTER

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su INSTAGRAM

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Elettra Lamborghini, Pistolero: l’usato non più garantito

Emma e Loredana Bertè, Che sogno incredibile: la solita formula