"Clito" singolo cover

Torna Madame ed è subito mina paurosa. Testo come sempre al top e base memorabile.

CLITO | LA RECENSIONE

TESTO

“h-uh-ah
Uh-uh-ah
Uh-uh-ah

In giro “ni-no”, fra’, per chi?
C’è Simo in giro o è da Spi?
La vita mi fa “click” sul clito’, eh
Sa che godo quando preme il dito, eh
In giro “ni-no”, fra’, per chi?
C’è Simo in giro o è da Spi?

La vita mi fa “click” sul clito’, eh
Sa che godo quando preme il dito, eh

Vita troia fotte da vestita, io a novanta
Lei col mitra sulla mia fica, rido e mica
Ci ride su con me, ci rido su, com’è
Che rimango incinta di una sfiga? Fumo siga’ così nasce storta, bam-bam
La storia di una lady un po’ si schifa
Soprattutto quando nulla nel vissuto la fa figa
A volte o fai la zoccola o la bella malandrina
Quando non hai mai sparato, ma hai sperato in una fine o la tua fine, bang

In giro “ni-no”, fra’, per chi?
C’è Simo in giro o è da Spi?
La vita mi fa “click” sul clito’, eh
Sa che godo quando preme il dito, eh
In giro “ni-no”, fra’, per chi?
C’è Simo in giro o è da Spi?
La vita mi fa “click” sul clito’, eh
Sa che godo quando preme il dito, eh

Le punto addosso il dito, ma lo ciuccia, pippa dalla cannuccia
Chiama le sue amiche e poi si azzuffa
Scivolo su una buccia, poi ride di me
Mentre la faccia mi si sbuccia, poi ride di me, ride di me
A volte rido e non ne capisco il motivo, yah
A volte vivo e non capisco se respiro, yah
A volte inciampo e non capisco che cammino, yah
Non sulla terra ferma, ma su un filo, yah

A volte dormo su un letto di fiordalisi, yeah
A volte muoio su un letto che non è il mio, ah
A volte sogno che ‘sta troia vada via, yah
Ma alla fine lei è mia

E anche stavolta, fra’, per chi?
C’è Simo in giro o è da Spi?
La vita mi fa “click” sul clito’, eh
Sa che godo quando preme il dito, eh
In giro “ni-no”, fra’, per chi?
C’è Simo in giro o è da Spi?
La vita mi fa “click” sul clito’, eh
Sa che godo quando preme il dito, eh

Mama, mama
Tu sî na condanna, ‘ndanna
Mi ami o non mi ami, mama
Non capisco nada, nada
Mama, mama
Non lasciarmi in strada, ‘trada
Baciami con calma, calma
Finché non ti stanchi di me”

Madame ormai è una certezza per i fan del t/rap. Molto vicina all’idea di Izi secondo cui la trap è il nuovo modo di esprimere le contraddizioni dell’oggi con un linguaggio capace di catturarle, la rapper vicentina ha inanellato una serie paurosa di singoli uno migliore dell’altro, con l’unica parziale eccezione di “Nuove strade” (che però è un brano d’occasione la sua partecipazione è minima). C’è da dire che non tutti concordano che Madame sia catalogabile come trap: alcuni sostengono il suo sia urban, altri rap aggiornato, altri ancora sostengono sia incatalogabile. Questo singolo non dissipa i dubbi: il cuore della base multistrato di Bias è indubbiamente l’urban di marca USA, così come i topos canonici della trap ci sono (anche se non tutti) e vengono rovesciati con maestria, a partire da quel mitra puntato da un’imprecisata lei sulla fica, le barre a volte vengono chiuse a volte no, come è prassi nella trap. Per mettere d’accordo tutti si potrebbe dire che Madame fa post-trap, dato che senza il secondo termine lei sarebbe incomprensibile, e senza il suffisso “post” bisognerebbe metterla nel calderone con gente tipo Shiva, Rondo Da Sosa o Anna Pepe con cui lei condivide l’età anagrafica e poco altro. Cosa dire del brano? Sicuramente che è un gioiello da tutti i punti di vista: per la base, per il flow, per le barre. Il mood che fonde malinconico e rabbioso ha un suo fascino unico, ben diverso da quanto prodotto da altri trapper con il vizio del testo complesso come Izi o Ernia, che pure indulgono su stati d’animo simili. C’è un solo consiglio che si può dare: ascoltatela e riascoltatela.

VOTO: 8,5/10

AGGETTIVO: fuori scala

SINGOLO: CLITO

ARTISTA: MADAME

ANNO: 2020

ETICHETTA: SUGAR SRL, UNIVERSAL

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui