Dolcenera sforna un pop ancestrale e sentito in “Calliope”, l’ennesimo bel singolo di una cantautrice che non smette mai di stupire

CALLIOPE (PACE ALLA LUCE DEL SOLE) |LA RECENSIONE

La grande forza di Dolcenera è sempre stata quella di giocare un altro Campionato all’interno dello stesso Campionato; “Calliope (Pace alla luce del sole)“, singolo uscito lo scorso 29 luglio per Universal, conferma la poliedricità di un’artista che, anche in tempi non sospetti, ha sempre proposto la sua versione personale di pop, arricchendola apportando il suo marchio di fabbrica, ovvero l’intuizione melodica sposata con una scrittura diretta e unica. 

In quasi vent’anni di carriera (sarà il 2023 l’anno del ventennale), la cantautrice salentina ha sempre giocato la partita seguendo le sue regole: pensiamo ad esempio al suo ultimo album, “Le stelle non tremano“, che risale addirittura al 2015 (una data quasi preistorica se paragonata alla schizofrenia della musica di oggi) o al geniale EP “Regina Elisabibbi, rilettura in chiave acustica di alcune hit trap; senza rilevare inoltre la scelta di rilasciare, anche quando non lo faceva ancora nessuno, tantissimi singoli a “progetto unico”.

Rispettando fedelmente la sua identità artistica, Dolcenera è risultata nel tempo uno dei pochi profili artistici inattaccabili: mai una sbavatura, mai una canzone piaciona, mai un gesto forzato per ingraziarsi il pubblico. Da “Siamo tutti là fuori” a oggi il suo percorso è stato maledettamente coerente e, a prescindere dai risultati, impeccabile.

Se c’è un leitmotiv nella discografia della nostra, riguarda sicuramente i quattro elementi aria, sole, terra e mare, spesso protagonisti delle sue canzoni, soprattutto d’estate: pensiamo per fare degli esempi recenti a “Un altro giorno sulla terra” (2018) o “Amaremare” (2019). Nell’episodio del 2022 invece fa di nuovo capolino il sole, in quello che è però senza dubbio uno dei passaggi più particolari e inaspettati dell’autrice.

In “Calliope” infatti Dolcenera propone un pop spirituale ed ancestrale, mettendo sul piatto un altro tipo di quadratura, lontana dai disegni cantabili tipici che conosciamo conservando comunque una certa orecchiabilità. Merito anche del testo, una sorta di canto liberatorio contro l’oppressione della guerra, tematica purtroppo tristemente d’attualità in questo periodo.

A rinforzare il tutto e a a dare ancora più carica al brano c’è inoltre una produzione ricchissima di suoni facenti parti della World Music, proprio per sottolineare lo spirito di condivisione di un mondo ancora più confuso, separato, e accecato dall’odio. L’ennesimo viaggio nell’altra corsia dei tormentoni di una cantautrice che non smette mai di stupire

VOTO: 8

AGGETTIVO: PARTICOLARE

ARTISTA: DOLCENERA
SINGOLO: CALLIOPE
ANNO: 2022
ETICHETTA: UNIVERSAL MUSIC ITALY
AUTORI: DOLCENERA, STARCHILD

LEGGI Tormentoni Italiani dell’Estate 2022, Diario e Playlist in aggiornamento 

Clicca qui per mettere “Mi piace” a HIT NON HIT – Blog & Press

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Tu mi perdiciòn: la nuova sfumatura di Arisa

Superomantico: Vergo infiamma l’estate con romanticismo e divertimento