Al via il bando della nuova edizione del “Premio Bianca D’Aponte”, il concorso dedicato al cantautorato al femminile, giunto alla diciassettesima edizione

Premio Bianca d’Aponte 2021: pubblicato il nuovo bando del concorso che scopre le migliori cantautrici del momento

In attesa di scoprire la vincitrice del del Premio Bianca D’Aponte 2020, rinviato purtroppo a causa delle normative legate all’emergenza sanitaria e che dovrebbe svolgersi durante l’estate, è intanto  online il nuovo bando relativo all’edizione 2021.

Sono aperte, dunque, sul sito www.premiobiancadaponte.it le iscrizioni per partecipare al contest che premia le cantautrici e la musica al femminile; un evento diventato ormai uno dei più importanti appuntamenti in Italia per la canzone di qualità.

La scadenza per le iscrizioni è fissata al 30 aprile e la partecipazione, come sempre, è gratuita. Dopo le selezioni e le varie fasi, le finali sono previste al Teatro Cimarosa di Aversa il 22 e 23 ottobre 2021; date che ovviamente saranno da confermare in base all’andamento della pandemia e alle misure che verranno adottatore per contrastare il Coronavirus.

Il Premio Bianca d’Aponte si avvale della direzione artistica di Ferruccio Spinetti (contrabbassista, compositore e celebre membro del duo Musica Nuda) e della presenza, ogni anno diversa, di una madrina d’eccezione.

Per la 16a edizione era stata scelta l’amatissima interprete Arisa, ma tante sono state le cantanti italiane che hanno vestito questo ruolo negli anni precedenti: Tosca, Rachele Bastreghi dei Baustelle, Rossana Casale, Ginevra di Marco, Cristina Donà, Irene Grandi, Elena Ledda, Petra Magoni, Andrea Mirò, Simona Molinari, Nada, Mariella Nava, Brunella Selo, Paola Turci, Fausta Vetere.

Le finaliste del Premio 2021 saranno come sempre selezionate da un nutrito e prestigioso Comitato di garanzia, composto da cantanti, autori e compositori nonché da operatori del settore e giornalisti e critici musicali.

Alla vincitrice del premio assoluto (l’ultima, al momento, è stata la bravissima cantautrice salentina Cristiana Verardo con la canzone Non Potevo Saperlo) sarà attribuita una borsa di studio di € 1.000, mentre a quella del Premio della critica “Fausto Mesolella” una di € 800. Riconoscimenti della giuria andranno anche alla migliore interprete, al miglior testo ed alla migliore musica. Sono poi previsti molti altri premi assegnati da singoli membri della giuria o da enti e associazioni vicine al d’Aponte.

Nelle passate edizioni il premio assoluto è andato anche a Veronica Marchi e Germana Grano (ex aequo, 2005), Chiara Morucci (2006), Mama’s Gan (2007), Erica Boschiero (2008), Momo (2009), Laura Campisi (2010), Claudia Angelucci (2011), Charlotte Ferradini (2012), Federica Abbate (2013), Elisa Rossi (2014), Irene Ghiotto (2015), Sighanda (2016), Federica Morrone (2017), Francesca Incudine (2018).

Il premio della critica, dal 2017 ribattezzato “Premio Fausto Mesolella” in omaggio allo storico direttore artistico della manifestazione, è stato invece attribuito a Marilena Anzini (2005), Ivana Cecoli (2006), Giorgia Del Mese (2007), Silvia Caracristi (2008), Momo e Giorgia Del Mese (ex aequo, 2009), Paola Rossato (2010), Rebi Rivale (2011), Cassandra Raffaele e Paola Rossato (ex aequo, 2012), Rebi Rivale (2013), Elsa Martin (2014), Helena Hellwig (2015), Agnese Valle (2016), Fede ‘N’ Marlen (2017), Francesca Incudine e Irene Scarpato (2018), Lamine (2019).

PREMIO BIANCA D’APONTE 2021: Storia, A chi si rivolge, Come funziona e Come Partecipare

Il Premio è dedicato a Bianca, giovane cantautrice, che ci ha lasciati prematuramente. E’ nato per dare alle cantautrici italiane emergenti un’opportunità per esprimere la propria arte, per creare – durante il festival – momenti di incontro, di approfondimento e di confronto con discografici, artisti di fama, promoter e addetti ai lavori. Il titolo del concorso è tratto dall’ultima canzone scritta da Bianca, Sono un’isola, appunto. Un modo per continuare da dove Bianca si è fermata, alla ricerca di quell’isola …. il sogno da realizzare.

A chi si rivolge

Com’è ormai noto, il Premio, per scelta del suo Direttore Artistico storico, Fausto Mesolella, è riservato esclusivamente a donne cantautrici che scrivono in italiano o in un dialetto italiano che abbiano compiuto il 18.o anno di età entro il mese settembre dell’anno cui l’edizione si riferisce.

Si svolge, tradizionalmente, nel mese di ottobre, preferibilmente l’ultima settimana, ed è incentrata su due serate che vedono protagoniste le finaliste e i numerosi ospiti che ad ogni edizione si avvicendo sul palcoscenico del Teatro Cimarosa di Aversa.

Come funziona

Tra tutte le cantautrici iscritte al Concorso, si seleziona una prima rosa di 20 concorrenti dalla quale il Comitato di Garanzia, composto da cantanti, autori e compositori di notevole spessore artistico e da operatori del settore e critici musicali, individua i dieci brani che parteciperanno alla fase finale del concorso. Il tutto avviene nel più totale anonimato. Il concorso è aperto a qualsiasi genere musicale e a brani in italiano o in un dialetto italiano.

Come partecipare

La partecipazione è gratuita e alle concor­renti finaliste si garantisce la piena ospitalità nei giorni della manifestazione. Per iscriversi bisogna inviare 2 brani secondo le modalità riportate nel bando.

LEGGI ANCHE: Cristiana Verardo: “Ti Ho Portato Il Mare” è il singolo dopo la vittoria al Premio Bianca d’Aponte


Clicca qui per seguire Juary Santini su Twitter

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Rubrica, PALINSESTO MUSICALE: Italia’s Got Talent, Michele Bravi, Il Cantante Mascherato

Joan Thiele: “Operazione oro”, un disco da cui prendere esempio