Virginio, dopo il singolo ‘Rimani’, torna con ‘Brava Gente’: canzone per l’estate 2021 in cui canta l’Italia, e gli italiani di oggi, pronta a cambiare contro il pregiudizio. In radio e digitale da venerdì 18 giugno 2021. 

Virginio: ‘Brava Gente’ è il singolo per l’estate 2021 dopo il “ritorno” con ‘Rimani’

Lo scorso 2 aprile ha debuttato al secondo posto della classifica di iTunes con il “singolo del ritorno” Rimani, che su Spotify attualmente colleziona oltre 2K stream. Adesso Virginio, cantautore e apprezzato autore, torna con la sua canzone per l’estate 2021 da titolo ‘Brava Gente’ (MP Film/distr. Believe Digital), in rotazione radiofonica e su tutti gli store digitali di musica da venerdì 18 giugno.

Il titolo del nuovo singolo del cantautore fondano richiama “Italiani, brava gente”, film del 1964 di Giuseppe De Santis, di cui Virginio, è concittadino.

“In potenza, noi italiani siamo tutti brava gente. Solo che non tutti vogliono ancora a capirlo” – dichiara il protagonista dell’ultima edizione di Tale & Quale Show, che firma questa canzone insieme a Cino, noto per aver prodotto alcune tra le ultime hit di Marracash, Eros Ramazzotti, Shade, Alessandra Amoroso e altri, e a Daniele Coro, produttore artistico del brano e già autore per altrettanti artisti nazionali di fama come Laura Pausini e Max Gazzè.

Così Virginio Simonelli, che dieci anni fa trionfava nella decima edizione del talent show Amici di Maria De Filippi, racconta la sua nuova canzone: “Canto Roma, canto l’Italia e le sue bellezze, da Fellini al Martini, in una sera estiva in cui la Città Eterna appare magica, una notte di libertà. Un ragazzo, che potrei essere io ma che ha una valenza universale, incontra una persona che gli piace, con cui vorrebbe ballare, con cui condividere un’emozione per un attimo o per l’eternità. Senza vincoli o barriere”.

Nel nuovo singolo ‘Brava Gente’ l’Italia pronta a cambiare

“Ballo lentamente accanto a te e mi guardano come se fosse sbagliato starti vicino, ma il mio cuore non è clandestino è soltanto se stesso, per amare qualcuno non chiederò il permesso” – canta Virginio in Brava Gente, che ancora una volta, anche attraverso la musica, combatte pregiudizio, discriminazione e bullismo; di cui è stato anche vittima in passato.

“Ma chi sono queste due persone? – si domanda il cantante che OA Plus ha avuto il piacere di intervistarePotrebbero essere un ragazzo e una ragazza di etnie diverse, di forma fisica non consona ai canoni imposti oggi, un uomo e una donna con grande differenza di età o anche due ragazze o due ragazzi. Anime che vogliono essere libere. Libere di godersi un frammento o un’esistenza intera insieme, a partire da un ballo, come succede a tutti”.

Virginio Simonelli: “Oggi canto chi non viene accettato e la libertà di amare”

“Canto l’opportunità che hanno queste due persone, a prescindere da tutti quegli elementi che potrebbero discriminarli. Io stesso sono stato bullizzato da ragazzo ma ho sempre creduto nell’energia positiva dell’arte: se all’epoca avessi ascoltato un brano così, forse mi sarei sentito più forte. Oggi canto chi non viene accettato ma soprattutto canto la libertà di amare qualcuno in una notte italiana, come quelle che vogliamo vivere tutti questa estate” – Aggiunge il cantante e autore, che con questo brano sembra raccontare proprio l’attualità italiana; dato che in questo momento nel nostro Paese si sta cercando di far approvare il DDL Zan che mira a combattere diverse forme di discriminazione.

“Sono un inguaribile ottimista e sempre lo sarò – ammette Virginio – Ho fiducia nell’Italia, e per questo Brava gente non ha un retrogusto ironico, ma una valenza speranzosa. La speranza di un Paese che, proprio come è successo nel Dopoguerra, ha un cuore pronto a diventare più ricco e leale. Un Paese che ha un potenziale gigantesco per essere inclusivo, e non ‘tollerante’, perché la tolleranza è un valore che trovo obsoleto. Siamo tutti bravi, siamo tutti brava gente – almeno in nuce – e non possiamo negare i diritti di chi si ama”.

Brava Gente è accompagnato anche da un convincente video musicale girato a Roma, nel quartiere Eur, con la regia di Valerio Polverari e la produzione di Nicola Liguori e Tommaso Ranchino per MP Film.

Brava Gente di Virginio – TESTO

Notte nera di vernice
finalmente un attimo per stare in pace
oggi Roma mi si addice
balli come se fossi in un film di Fellini
e a me questo mi piace
me ne frego degli occhi degli altri
e ho giurato che non avrei fatto tardi
ma non riesco più a smettere di guardarti

Ballo lentamente accanto a te
e mi guardano come se fosse sbagliato starti vicino
ma il mio cuore non è clandestino
è soltanto se stesso
e per amare qualcuno non chiederò il permesso
non mi pento di niente
siamo tutti
italiani brava gente

Non ci avevo fatto caso
un Martini bianco tutto d’un fiato
e mi chiedo dove ho sbagliato
ma continuo a ballare schivando gli sguardi che sembra un assedio
che non posso guardarti in quel modo
che anche se sono uguale sono diverso
e non posso pretendere che mi guardi attraverso

Ballo lentamente accanto a te
e mi guardano come se fosse sbagliato starti vicino
ma il mio cuore non è clandestino
è soltanto se stesso
per amare qualcuno non chiederò il permesso
non mi pento di niente
siamo tutti
italiani brava gente

Ballo sopra questo asfalto
sotto un cielo arancio e muri di cobalto
ballo senza guardarmi intorno
fino a quando fa giorno

Con questo cuore che resta italiano
anche quando è spezzato
e che tiene incastrato il presente col passato
e questa notte si sente
siamo tutti italiani brava gente

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Virginio (@virginionero)

Crediti Foto: Cristian Dossena

Ascolta Virginio su Spotify


CLICCA QUI per seguire Juary Santini su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


RADIO DATE del 18 giugno. Marco Mengoni, Diana Ross, Michele Bravi, Mille, Mirkoeilcane

Rubrica, PALINSESTO MUSICALE: Stefano Bollani, Judy Garland, Ermal Meta