“America” è il quarto brano che, dopo “Tamba”, “On Groovy” e “Big”, vede il Trio di Andrea Dessì con il feat. di Fabrizio Bosso cimentarsi in un multigenere che va dal jazz al funk, dal blues al latin, con tanti richiami che trovano sempre armonia e il giusto equilibrio. America è un richiamo netto e chiaro alla musica latin vicina al rock melodico di Santana, seppur con un aria melanconica tipicamente più vicina al jazz. Non vi sono infatti i tipici ritmi di bossa o samba utilizzati nel jazz latin che vengono volutamente evitati, ma l’ascoltatore non ci fa caso, il latin domina le sonorità.

In questo brano la partecipazione esplosiva ma anche sensibile di  Fabrizio Bosso arriva dopo l’esposizione del primo tema suonato con la chitarra, con la tecnica delle ottave usate da grande chitarrista black americano Wes Montgomery. Bosso conferma la sua grande versatilità come solista capace di stupire per il suo virtuosismo ma anche per la sua intima espressività.

Dessì alla chitarra si allontana dai cliché latin jazz, non solo per il ritmo ma anche per il tipo di assolo proposto, che se da un lato è evidente il richiamo al mondo del jazz dall’altro continua il richiamo verso sonorità rock anni 70 soprattutto per l’utilizzo di una chitarra simbolo di quegli anni, la mitica Fender Stratocaster . La ritmica affidati a due capisaldi, Massimo Tagliata all’organo e Stefano Nanni alla batteria.

PROGETTO

Questo progetto è stato registrato durante una session nel Bologna Jazz Festival 2015 con Fabrizio Bosso come featuring e il Trio di Andrea Dessì e ha visto l’uscita di 4 brani: “Tamba” , “On Groovy”, “Big” e come ultima “America”.

Il cambio di direzione artistica del chitarrista Andrea Dessì prosegue, fra un passato latin e un futuro sempre più blues pieno di influenze.

SINGOLO

“America”, pubblicato come singolo per l’etichetta PMS Studio di Raffaele Montanari è fruibile su tutte le piattaforme digitali, streaming e download, dal 15 maggio 2021.

BIOGRAFIA

Andrea Dessì è un compositore e chitarrista eclettico, diplomato in chitarra classica e in chitarra jazz. L’artista bolognese è considerato dalla critica “Musicista di livello mondiale” e ha un percorso ricco di collaborazioni importanti che lo hanno arricchito e reso un chitarrista difficile da collocare in un genere. Nei suoi progetti ha avuto ospiti leggendari come Frank Marocco, fisarmonicista americano col quale registra due dischi e varie tournée italiane, e Javier Girotto, sassofonista argentino con cui collabora da dieci anni e che Dessì considera come maestro per la sua esplosiva vena solistica ed espressiva. Ha collaborato anche con Gabriele Mirabassi, virtuoso del clarinetto, e Fabrizio Bosso, grande professionista e protagonista della musica jazz italiana e tanti altri.

Importante il singolo conl feat. di Mietta uscito nel 2020, Mi Perdido Amor”, brano che ha avuto un grande successo e riscontro a livello mondiale e che unisce le sonorità flamenco al mondo latin jazz. La hit è pubblicata dalla PMS Studio di Raffaele Montanari col quale l’artista lavora in esclusiva. Altra pietra miliare di Dessì come compositore è Non vivo più senza te”, del quale firma la musica per Biagio Antonacci, autore del testo. Questo brano rimane  un evergreen che ha segnato i tormentoni estivi che  tanti cercano di imitare, fra ritmi latini e danze estive.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Andrea Dessì (@andreadessiofficial)

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su TWITTER

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” a HIT NON HIT – Blog & Press

 

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

 

Crediti Foto: Ivano Adversi

 


Rubrica, COVER STAR. Francesca Michielin, Elton John, Tiziano Ferro, Franca Masu, Sarah Jane Morris

Majello torna con “Tic Tac” e strizza l’occhio all’Indie Pop: il nuovo singolo del vincitore di Sanremo Giovani 2010