La prima tiratura del libro I tredici gioielli suicidi di Michele Saglimbene (ottobre 2020) si è esaurita in tempi record, infatti la casa editrice Cavinato ha proceduto nel tempo ad effettuare varie ristampe. L’ultima risale a giugno dello scorso anno ed è impreziosita da 26 magnifiche illustrazioni di Bianca Tommasi.

Di difficile catalogazione, il libro vanta dei bellissimi caratteri gotici nell’alveo del genere fantasy ed è disponibile in formato cartaceo e Kindle su Amazon.

Sinossi

Sin dalle primissime pagine ci immergiamo in un mondo immaginato con dovizia di lussureggianti particolari sul guscio di una gigantesca tartaruga cosmica. Su di esso, si staglia una città incantata che vive ed esiste solo di notte. In quel luogo magico festeggiava una stirpe di principi degli incubi, capace di avverare paure ataviche e desideri viscerali. Nel contesto di un loro ballo in maschera in una reggia costruita di essenze musicali cristallizzate, era custodito il loro tesoro più prezioso, ovvero una serie di tredici gioielli, dove in ogni pietra era incastonata una storia. In palio la Libertà suprema per chi fosse stato in grado di decifrare completamente l’indovinello dei gioielli. Infinite le meraviglie crudeli, le danze di intrighi, i duelli e le erotiche seduzioni di questa grande festa, nata nella fantasia dell’autore con una precisione e un’accuratezza proprie dei grandi autori che coltivano il genere.

Note biografiche 

Michele Saglimbene, nome d’arte Il Favolaio, nasce nel 1977 a Roma, dove consegue la laurea in Filosofia Morale. Poeta e scrittore, trova tra le forme espressive predilette anche la danza, tanto da raggiungere dapprima la fama in qualità di ragazzo immagine nelle discoteche Goth e Fetish della capitale. I suoi temi, influenzati dalla musica Goth e classica barocca, sono soprattutto un canale impiegato per esaminare l’animo umano ed esplorare – tramite i grandi archetipi delle fiabe e del racconto fantastico ed intimista – i temi classici di libertà, amore e morte, nonché dell’auto-scoperta. Tra le influenze letterarie troviamo Hans Christian Andersen, i Fratelli Grimm, Choderlos De Laclos, Giacomo Casanova, Friedrich Nietzsche, Herman Hesse e Michael Ende.

Clicca qui per mettere “Mi piace” a HIT NON HIT – Blog & Press

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Clicca qui per scoprire i vincitori dell’OA PLUS MUSIC AWARDS 2021


“SANREMO IL FESTIVAL – Dall’Italia del boom al rock dei Måneskin”: il libro di Nico Donvito con la prefazione di Amadeus va a ruba

La solitudine? Ecco una guida da leggere per non averne paura