Se in Italia l’omosessualità è ancora un tabù nel mondo del calcio, diversa è la situazione negli Stati Uniti, dove si cerca addirittura di combattere l’omofobia nei campi di calcio.

Lo sa bene il calciatore dei Los Angeles Galaxy e della nazionale statunitense Sebastian Lletget, sotto indagine da parte della Major League Soccer per aver utilizzato un linguaggio omofobo in rete. Il 9 Aprile, Lletget aveva pubblicato una storia in cui si vede lui che etichetta un compagno di squadra come “Puto”, paragonabile al termine italiano “Fr***o”.

PROVVEDIMENTI DELLA MLS

La MLS si è subito espressa in merito e ha dichiarato: ““La Major League Soccer si impegna a fornire un ambiente in cui tutti gli individui siano trattati con dignità e rispetto, non tolleriamo discriminazioni e pregiudizi di alcun tipoSiamo consapevoli dell’uso di un insulto omofobo da parte di un giocatore dei L.A. Galaxy. MLS ha avviato un’indagine formale sulla parola utilizzata dal giocatore, ulteriori informazioni verranno fornite non appena saranno disponibili

LE SCUSE DI SEBASTIAN LLETGET 

Successivamente sono arrivate le scuse del giocatore della nazionale durante un’intervista per il magazine sportivo Outsports: “Mi assumo la piena responsabilità di quello che ho fatto, di quella frase estremamente povera e mal pensata, non ho scuse per le mie azioni, ho fatto un casino. Oggi ho pubblicato un video che includeva l’uso di un insulto dispregiativo in spagnolo. Ho rimosso il video dalla mia storia su Instagram ma voglio affrontare il suo impatto, non voglio nascondermi. Mi dispiace, conosco il dolore che questo termine ha causato a così tante persone. Voglio essere parte della soluzione – non parte del problema – continuo ad essere un sostenitore e un alleato per la comunità LGBTQ +. Chi mi conosce, sa quale sia il mio carattere, il mio cuore“. Ovviamente il video è stato subito rimosso sui suoi social.

La squadra degli L.A Galaxy ha fortemente condannato il linguaggio omofobo usato da uno dei suoi giocatori.

 

Voir cette publication sur Instagram

 

Une publication partagée par LA Galaxy (@lagalaxy)

Crediti foto: Instagram Ufficiale Sebastian Lletget

Segui OA PLUS su INSTAGRAM

Metti “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

TAG:
calcio LGBT omofobia Sebastian Lletget

ultimo aggiornamento: 13-04-2021


Celebra la Messa e poi il colpo di scena davanti ai fedeli: “Lascio perché il mio cuore è innamorato”. La storia di don Riccardo Ceccobelli

Indie-gesta incontra #UnMonologoAlGiorno: una Rivoluzione tra quattro mura