Continua con un’esponenziale crescita il supporto al DDL Zan di artisti, cantanti e personaggi noti sui vari social. La campagna – che si pone l’obiettivo di bloccare in Italia l’omofobia, la transfobia, la misoginia e l’abilismo attraverso la legge che prende il nome dal suo relatore, Alessandro Zan – ha avuto un notevole boom sui social network, diventando virale attraverso gli hashtag #DdlZan e #Diamociunamano, promosso da Vanity Fair. Ai tanti nomi già citati nel precedente articolo (in continuo aggiornamento) si aggiungo tre immancabili icone gay, amatissime dalla comunità lgbt+, ovvero Patty Pravo, Mietta e Loredana Bertè. Le tre maestose dive del pop annoverano nella loro discografia anche canzoni a tematica omosessuale: “Roberto e l’aquilone”, “Pensiero stupendo” (Patty Pravo), “S.e.s.s.o.” (Loredana Bertè), “Shisa”, “Il gioco delle parti” e “Piccolissimi segreti” (Mietta).

Patty Pravo

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Patty Pravo (@patty_pravo_official)

Mietta

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Mietta (@mietta_official)

Loredana Bertè

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Loredana (@loredanaberteofficial)

Clicca qui per mettere “Mi piace” al BLOG HIT NON HIT

Segui OA PLUS su INSTAGRAM

Metti “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

 


Ddl Zan. Ecco i primi cantanti (e non solo) schierati a favore della legge contro l’omotransfobia – IN AGGIORNAMENTO

Colleferro, dopo Willy un altro brutale pestaggio: 17enne finisce in ospedale in gravi condizioni, arrestati due coetanei