A 90 anni è morto Sean Connery, per tutti non solo il numero uno degli 007, ma anche uno degli attori più noti e amati dell’intera cinematografica mondiale.

Connery era afflitto da una malattia neurodegenerativa  che lo aveva costretto a ritirarsi dalle scene nel 2003, dopo aver lavorato all’ultimo suo film della carriera, “La leggenda degli uomini straordinari”.

A proposito di carriera, quella dello scozzese è stata una cavalcata nel mondo del cinema che definire epica è riduttivo. Primo interprete della storica saga di James Bond, ha vinto un premio Oscar e tre Golden Globe.

Nato nel 1930 a Glasgow, figlio di una donna delle pulizie e di un camionista, prima della grande occasione cinematografica fu bagnino, lattaio, verniciatore di bare e vicino a diventare membro della marina britannica, carriera che dovette abbonare per problemi di salute.

Poco male, perché appunto a Connery si chiuse la porta della marina e si spalancò un portone, quello del cinema. Dopo qualche ruolo di scarsa rilevanza, nel 1962 fu scelto per il ruolo di James Bond, nonostante l’iniziale opposizione di  Ian Fleming che lo trovava non troppo grezzo nella recitazione e prestante nell`aspetto. In realtà nacque un vero mito, non certo legato soltanto al ruolo di agente segreto.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse

TAG:
007 Sean Connery

ultimo aggiornamento: 31-10-2020


Cinema. “La vita straordinaria di David Copperfield”

AmaSanremo: Merlot e Wrongonyou promossi per Sanremo Giovani, ma il pubblico cambia canale. LE PAGELLE della prima puntata