Mario Martone inizia la sua carriera come regista cinematografico nel 1980, ma le sue origini artistiche risalgono a qualche anno prima nel mondo del teatro.

https://www.instagram.com/p/B3TnFI7oaFk/?utm_source=ig_web_copy_link

 

In entrambi i settori (teatro e cinema), che si sfiorano per concetto ma sono opposti su molti aspetti, il regista e sceneggiatore napoletano sa il fatto suo. Questa volta ci regala “Il sindaco di Rione Sanità”: un’opera del grande maestro Eduardo De Filippo, che Martone ha voluto portare sul grande schermo.

“Chi tiene i santi va in paradiso e chi non li tiene va da Antonio Barracano”. Questa è una delle tante frasi che il boss, descritto da De Filippo, viene citata nel film. Una frase di grande effetto e che potrebbe essere anche interpretata o compresa in modi differenti. Barracano è un boss di Napoli che con le stesse modalità della malavita cerca di contrastare nella forma più saggia ed equilibrata, secondo il suo modo di vedere la vita, la giustizia.

https://www.instagram.com/p/Bvgs6hYg2f8/?utm_source=ig_web_copy_link

 

Per Antonio Barracano (il personaggio) non esistono figure che realmente detengono lo scettro della giustizia o dell’equilibrio sociale. Si propone come consulente e a volte anche pacere nelle liti tra persone, donando alcune riflessioni ai suoi subordinati anche sagge come: “L’uomo è un uomo quando capisce che deve fare marcia indietro e lo fa”. La sua missione è quella di limitare i danni in una realtà già molto complessa e spietata: “Io difendo gli ignoranti” dice. 

 

La versione de “Il sindaco di Rione Sanità” che propone Mario Martone è ambientata ai nostri giorni, con alcune realtà per forza maggiore mutate da quando il maestro Eduardo De Filippo proponeva questo suo testo per la prima volta. La versione originale e teatrale è più morbida rispetto a quella stessa storia che ora vediamo nel grande schermo proposta dal regista, scelta giusta ed equilibrata per mantenere una verità di allora viva ancora oggi. E Martone lo fa con un protagonista più giovane (Francesco Di Leva) rispetto a quello originale della storia. Lo fa con acume, osservando e mettendo a confronto  i tempi passati e quelli di oggi. Un tempo i boss della malavita riuscivano a vivere più a lungo rispetto a quelli di oggi che spesso faticano ad arrivare alla mezza età. Anche il finale è stato modificato rispetto alla versione originale da parte del regista.

https://www.instagram.com/p/B3HdusmIcKF/?utm_source=ig_web_copy_link

Mario Martone ci propone una versione dinamica e moderna di una grande opera teatrale firmata De Filippo “Il sindaco del Rione Sanità”.

https://www.instagram.com/p/B0Vnx-rIIK5/?utm_source=ig_web_copy_link

Cast: Francesco Di Leva, Massimiliano Gallo, Roberto De Francesco, Adriano Pantaleo, Daniela Ioia, Salvatore Presutto, Viviana Cangiano. 

https://www.instagram.com/p/B2EwWSBIP3u/?utm_source=ig_web_copy_link

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

 

Crediti Foto Studio Segre

 


Musica Italiana, Nuove Uscite. In The Loop: dopo le cover in chiave elettronica di Mango e Domenico Modugno esce il loro primo inedito

“SiVola”, nasce il Tour Operator creato da travel blogger. Tra i fondatori anche lo YouTuber Human Safari