Chi ha fatto già il vaccino AstraZeneca non ha ragione di essere preoccupato, questa è una pausa solo precauzionale. I vaccini sono e restano l’arma fondamentale con cui uscire da questi mesi difficili”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza intervistato dal Corriere della Sera mentre tutta Italia attende con ansia di sapere a quali conclusioni arriverà l’Ema, l’agenzia europea per i medicinali, dopo la decisione di sospendere la somministrazione del vaccino AstraZeneca in mezza Europa. Decisione che è stata presa “dopo una valutazione dell’istituto tedesco per i vaccini”, ha spiegato il ministro. È Berlino, quindi, ad aver spinto anche gli altri Paesi europei– Italia compresa – a fermare il siero della casa anglo-svedese dopo alcuni casi di decessi verificatisi dopo la somministrazione del farmaco.

La decisione di ieri di sospendere AstraZeneca è di natura precauzionale e la decisione è emersa dopo una valutazione dell’istituto tedesco per i vaccini. C’è stato un confronto tra i ministri della salute: ora i governi attendono il giudizio Ema per giovedì e siamo fiduciosi che possano emergere tutti gli elementi di rassicurazione per consentirci di riprendere la vaccinazione. E’ giusto avere cautela”, ha aggiunto il ministro della Salute. “L’auspicio è che già giovedì Ema ci dia risposte sufficienti per poter ripartire” con il vaccino AstraZeneca, ha spiegato Speranza.

 

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse


Scuola, il ministro Bianchi: “Di nuovo in presenza prima possibile. L’esame di Maturità? Quest’anno sarà una prova vera”

Varianti-Covid, i nuovi sintomi da tenere d’occhio per capire se si è stati contagiati: li svela una ricerca