Luana D’Orazio è finita nell’ingranaggio dell’orditoio. Lascia una figlia piccola

Tragico incidente

Luana D’Orazio, 22enne di Pistoia, è morta in un incidente, sul lavoro, presso la fabbrica tessile di Montemurlo (Prato). La giovane operaia, che lavorava da un anno nell’azienda, è finita dentro l’ingranaggio dell’orditoio: la macchina che permette di preparare la struttura verticale della tela che costituisce la trama del tessuto. La ragazza lascia una figlia piccola.

Secondo una prima ricostruzione, Luana sarebbe rimasta impigliata nel rullo del macchinario venendo poi trascinata. Accanto a lei c’era un collega, girato di spalle. Quando si è voltato ha visto quello che era successo, ma ha riferito di “non aver udito grida di aiuto”. L’allarme è scattato subito, sul posto sono giunti vigili, carabinieri e sanitari, ma i soccorsi sono risultati vani. Intervenuti anche i tecnici della Asl Toscana che hanno posto sotto sequestro il macchinario. La magistratura ha disposto l’autopsia.

Il pensiero di Alessandro Tomasi, sindaco di Pistoia, “va alla madre e al padre di questa ragazza, al figlio piccolo che lascia e al fratello”.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: IG Luana D’Orazio

 

 

TAG:
Luana D'Orazio Prato incidente fabbrica tessile

ultimo aggiornamento: 03-05-2021


Boris Johnson, il premier britannico è sul lastrico: “Non arriva a fine mese”

Turismo, arriva la proposta dell’Ue: “Allentare le restrizioni sui viaggi”