Il “Sunday Times” fa i conti in tasca al primo ministro inglese tra spese folli e prestito in banca oneroso

Johnson sul lastrico

Il premier britannico Boris Johnson è “troppo povero per permettersi di fare il primo ministro”. Queste le parole che un consigliere, in forma anonima, avrebbe rivelato al Sunday Times”. Johnson, secondo i conti fatti dal settimanale, sarebbe sul lastrico. Il rischio di probabili ricatti, dunque, inizia a preoccupare il mondo politico inglese. La lista delle spese che pesano sul bilancio personale di Boris è lunga, soprattutto per ciò che riguarda il capitolo legato alla vita privata: il salatissimo divorzio dall’ex moglie Marina, i sei figli “ufficiali” da mantenere (ma c’è chi sussurra che la lista sia ben più lunga) e il mutuo da oltre un milione e mezzo di Euro.

Spese pesanti a fronte d’introiti che hanno subito una brusca frenata: lo stipendio ufficiale per il premier è di 157mila Sterline l’anno, che al netto delle imposte scende a 95mila (circa 110mila Euro). Una cifra ben lontana dal mezzo milione l’anno che si stima riuscisse a raccogliere prima di salire a capo del governo. Per “metterci una pezza” e tentar di far quadrare i conti a fine mese, Johnson si sarebbe rivolto ai finanziatori del partito conservatore chiedendo anche, successivamente, un prestito in banca (mai dichiarato ufficialmente). Proprio sulla trasparenza monta la polemica, con i laburisti che gridano alla corruzione.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: Shutterstock.com

 

 

TAG:
boris johnson Boris Johnson lastrico

ultimo aggiornamento: 03-05-2021


Germania, sgominata community pedopornografica con più di 400.000 utenti

Prato, tragico incidente in una fabbrica tessile: muore mamma 22enne