L’uomo, che ha speso la cifra destinata agli aiuti Covid per una carta Pokemon, ora rischia 20 anni in una prigione federale

Carte Pokemon

Anche negli States, proprio come avvenuto in Italia (a causa della pandemia da Covid-19), il governo ha elargito alle imprese in difficoltà alcuni aiuti federali. Un fantomatico imprenditore, però, ha pensato di spendere buona parte della cifra per l’acquisto di una rara carta Pokémon. Il fatto è successo a Dublino (in Georgia, USA), dove Vinath Oudomsine è stato accusato, dai pubblici ministeri federali, di aver richiesto in modo fraudolento un prestito (per danni economici EIDL) destinando però il capitale alla sua collezione privata (dedicata al noto franchise giapponese).

Come riportato dal “Washington Post, l’uomo è ora accusato. Quest’ultimo, infatti, sosteneva di gestire una piccola impresa che impiegava altre dieci persone.

Prestiti nazionali 

I prestiti, che erano disponibili a livello nazionale, hanno portato il governo a distribuire oltre 200 miliardi di dollari alle imprese americane con lo scopo di coprire (per lo meno in parte) i costi di stipendi, affitti / mutui, utenze e altre spese aziendali ordinarie” durante i peggiori mesi della pandemia.

Oudomsine è accusato di frode telematica e (se ritenuto colpevole) potrebbe passare “fino a 20 anni in una prigione federale” dovendo inoltre risarcire al governo $ 250.000.

Segui OA Plus Viaggi su Instagram 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: Shutterstock.com

 

TAG:
Carte Pokemon aiuti federali Vinath Oudomsine Pokemon

ultimo aggiornamento: 25-10-2021


Il folle gesto: spara e uccide uomo fermo in macchina davanti a casa temendo fosse un ladro, ma era un ragazzo che aspettava la fidanzata

Camionista guida per 20 ore di seguito, multe per 27mila Euro