L’omicidio per errore avvenuto dopo aver inseguito l’auto che stava ripartendo. I due colpi sono stati fatali

Una morte assurda quella del 31enne Adil Dghoughi, in Texas. L’uomo era seduto nella vettura in attesa della fidanzata quando è stato raggiunto da due colpi di arma da fuoco sparati da un residente, Terry Duane Turner.

Il 65enne Turner, secondo quanto parzialmente ricostruito, si è svegliato per andare in bagno notando “un veicolo sconosciuto con i fari spenti, parcheggiato all’interno del vialetto” vicino al camioncino di sua proprietà.

Temendo fosse un ladro, è andato in camera da letto, ha preso la pistola ed è sceso in strada, trovando l’auto di quello che presumeva essere il ladro con i fari accesi. Turner ha inseguito l’auto che si stava poi allontanando dal vialetto e “ha colpito il finestrino della portiera anteriore del guidatore due volte con la sua pistola”.

I due colpi sono stati mortali, e sono stati giustificati dall’uomo come legittima difesa perché secondo Turner il giovane Adil “mi ha puntato una pistola e io ho sparato”, ricostruzione però al momento smentita visto che gli investigatori non hanno trovato alcuna arma in possesso di Dghoughi.

Va sottolineato che in Texas, dal primo settembre, chiunque abbia più di 21 anni nello Stato può circolare con un’arma da fuoco a meno che non sia un pregiudicato o sia soggetto a particolari restrizioni legali.  Il governatore del Texas, Greg Abbott, ha firmato il provvedimento che consente di detenere un’arma senza licenza, controlli e addestramento.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Foto: crediti facebook


Droga dello stupro, BBC mostra video di una studentessa: ecco cosa accade alle vittime a cui vine nascosta nel bicchiere

“RON – un amico fuori programma” trama e scheda del film