La Ministra dell’ambiente israeliana Gila Gamiliel ha sostenuto che la marea nera che ha investito due settimane fa le coste d’Israele provocando gravi danni ambientali (soprattutto alla fauna ittica, che veniva sospinta morente sulla costa) “è stato un atto di terrorismo ambientale”.

la colata inquinante proverrebbe infatti da una “nave pirata di una società libica partita dall’Iran”. Abbiamo scoperto – ha detto – che non si trattava un incidente, bensì di terrorismo ambientale”. “L’Iran – continua la Gamiliel – fomenta terrorismo non solo mediante le armi atomiche o arroccandosi attorno ai nostri confini ma anche attraverso attacchi di carattere ambientale”.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

PUBBLICITÀ

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Foto: LaPresse

TAG:
Iran Israele

ultimo aggiornamento: 03-03-2021


Matteo Renzi, minaccia in Senato per il leader di “Italia Viva”: recapitata una busta con due proiettili

Morte centrocampista Denis Bergamini verso la verità: indagata la ex fidanzata