Dilazione con i pagamenti digitali anche verso la Pubblica Amministrazione. PayPal, noto portafoglio elettronico usato in tutto il mondo, ha recentemente rilasciato nuovi servizi, consentendo di saldare a rate tasse e imposte. Introdotte nuova funzionalità da parte dell’e-wallet, rendendo disponibile il servizio “Paga in 3 rate” attraverso la piattaforma pagoPA.

Ormai da diverso tempo sono in aumento le modalità di pagamento online nei più svariati comparti, dallo shopping al settore dell’intrattenimento. Si pensi ad esempio alle più note piattaforme di e-commerce sino ai concessionari di gioco legale che richiedono maggiori requisiti di sicurezza nelle transazioni online. A tal proposito proprio nei casino paypal si gode di più protezione durante i pagamenti, grazie a un sistema di doppia notifica che rende sicura qualsiasi trasmissione.

Dopo i pagamenti in criptovalute, ecco un’altra novità nel comparto della Pubblica Amministrazione a partire dallo scorso dicembre. D’ora in poi gli utenti PayPal possono suddividere l’importo in 3 rate senza interessi e saldare in un lasso di tempo di due mesi. Un servizio attivo per il momento solo usando la versione web. Cosa si può dilazionare? Contributi previdenziali, tasse, bollo auto e altre imposte. Il funzionamento è intuitivo.

È sufficiente selezionare PayPal come metodo di pagamento, autenticarsi nel proprio e-wallet e selezionare l’opzione “Paga in 3 rate”. Si riceverà un rapido riscontro della richiesta, tempi necessari per controllare le referenze creditizie, questione comunque di pochi secondi. Una volta approvata, si completerà il pagamento. La spesa potrà essere suddivisa in tre rate mensili di identico importo, compresi da 30€ a 2.000€, senza dover corrispondere alcun interesse.

Una volta accettato questo sistema di dilazione, la prima rata deve essere saldata subito, le altre due a distanza di uno e due mesi. Naturalmente l’accettazione della domanda di rateazione è soggetta all’approvazione di PayPal. Si tratta in pratica di una richiesta di finanziamento, se approvata significa che PayPal diventa creditore. È necessario comunque sottolineare che è un impegno vincolante da rimborsare entro i tempi previsti, in caso contrario influenzerà negativamente la referenza creditizia.

Ecco perché bisogna essere sicuri di saldare il debito, prima di sottoscrivere un tale impegno. Per visualizzare gli importi rimborsati e quelli ancora da pagare, è sufficiente accedere al conto PayPal e cliccare su “Paga in 3 rate”. Un’agevolazione messa in campo dal colosso dei pagamenti digitali, anche per venire incontro al caro bollette e offrire agli utenti uno strumento in più per saldare i propri debiti verso lo Stato.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

TAG:
Paga in 3 rate PayPal Pubblica Amministrazione

ultimo aggiornamento: 14-04-2022


Torino, portano la figlia 16enne dall’esorcista perché è lesbica: “con un rito la convertiremo all’eterosessualità”