Durante le perquisizioni rinvenuti 5 mila tra video e foto pedopornografiche

Arriva da Brescia l’ultima orrenda vicenda di pedopornografia.

La Polizia di Stato ha tratto in arresto un uomo ed effettuato 17 perquisizioni in diverse province nell’ambito di un’indagine finalizzata al contrasto della pedopornografia online.

Ad essere arrestato è stato un 32enne bresciano che è stato colto in flagranza di reato. L’uomo girava filmati autoprodotti nei quali abusava della figlia minorenne e poi ‘girava’ i video a pervertiti attraverso una nota applicazione di messaggistica istantanea.

Per restare anonimi i17 soggetti coinvolti avevano creato account utilizzando caselle di posta elettronica aperte ad hoc con dati fittizi e accedendo alla rete attraverso reti Wi-Fi “aperte” o connesioni internet intestate ad altri.

Nel corso dell’importante operazione sono stati sequestrati 22 smartphone, 3 notebook, 8 hard disk, 4 pendrive usb e 2 tablet. In tutto sono stati rinvenuti oltre 5 mila tra video e foto pedopornografiche.

Segui OA Plus Viaggi su Instagram 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Foto:Cecilia Fabiano – LaPresse

TAG:
Brescia minorenne abusata pedopornografia

ultimo aggiornamento: 25-06-2021


Morto Giangavino Sulas, Quarto Grado lo saluta così: “Te ne sei andato con stile, in punta di piedi”

Italia tutta zona bianca: da oggi basta mascherine all’aperto