Accanto alla donna, la sua bicicletta. Ma non ci sono segni sul cadavere, la morte non è stata provocata dalla caduta

La macabra scoperta è avvenuta alla fine del suo turno di lavoro.

Un netturbino a Viareggio ha trovato il cadavere di una donna accanto ad una bicicletta, di età compresa tra i 30 e i 35 anni, deceduta con ogni probabilità poco prima del rinvenimento all’alba di questa mattina, venerdì 12 novembre.

Il corpo era non distante dal ristorante L’Angolino, in via 4 Novembre. L’operatore ecologico ha subito chiamato la centrale operativa del 118, che ha inviato sul posto un’ambulanza con il medico, ma per la ragazza non c’era più nulla da fare.

Da una prima ispezione il corpo, che si trovava in posizione fetale, non aveva alcun segno di trauma. Difficile, dunque, stabilire quali possano essere state le ragioni della morte. A far chiarezza ci penserà l’autopsia che è stata disposta. Al momento le ipotesi più accreditate sono un malore naturale o l’assunzione di qualche sostanza stupefacente.

Sono immediatamente iniziati anche gli accertamenti per risalire all’identità della donna.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Foto Michele Nucci/LaPresse

TAG:
bicicletta cadavere netturbino Viareggio

ultimo aggiornamento: 12-11-2021


Pisa, parla al telefono con un cliente e muore sul colpo

Maykel Fonts annuncia il ritorno di Mietta nel giorno del suo compleanno. La coppia bomba di Ballando con le stelle si ricompone dopo lo “spot” Rai sull’efficacia del vaccino anti Covid e del green pass e invita al voto social