Si fa sempre più strada l’ipotesi del delitto su commissione nel giallo di Ilenia Fabbri, la 46enne trovata sgozzata poco prima dell’alba di sabato 6 febbraio nel vano cucina, al primo dei tre piani del suo appartamento di via Corbara a Faenza, nel Ravennate.

Tanti i motivi che farebbero propendere per questa idea, non ultima quella che, dai rilievi fin qui effettuati, pare che l’assassino non abbia lasciato alcuna traccia, al contrario delle tante tracce (di sangue e di capelli) lasciate dalla vittima che ha cercato di difendersi prima di essere uccisa con un colpo secco alla gola.

Un lavoro ‘pulito’, insomma, da professionista, per un killer che pare possa aver usato una copia delle chiavi di casa per accedere dal garage poi trovato aperto dalla polizia al suo arrivo poco dopo il delitto.

Come riportato da RaiNews24, gli inquirenti hanno praticamente escluso la pista passionale. All’origine del delitto, probabilmente commissionato, ci potrebbero essere ragioni economiche. Di certo è emerso che la donna aveva fatto causa all’ex marito per reclamare mancati compensi per circa 100 mila euro a suo avviso relativi al suo impiego nell’attività di famiglia.

Segui OA PLUS su INSTAGRAM

Metti “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Iscriviti al GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: Shutterstock.com

TAG:
faenza Ilenia Fabbri Killer omicidio

ultimo aggiornamento: 10-02-2021


Enzo Mazza della FIMI: “Perché dall’America importiamo programmi flop come Il Cantante Mascherato?

“Le Fate Ignoranti”, da film a serie TV: l’annuncio di Ferzan Ozpetek