La prima udienza è stata fissata per il 14 ottobre prossimo

Ora è una certezza: andrà a processo il giovane maestro di 30 anni accusato di aver violentato una sua piccola alunna di sei anni.

La decisione è arrivata da parte del gup del tribunale di Ancona.

Ad essere imputato con la grave accusa di violenza sessuale aggravata su minore e un 30enne di Jesi, con il caso che era emerso a settembre del 2020 dopo una indagine della Squadra mobile di Ancona, partita a seguito di una denuncia fatta, circa un anno prima, dai genitori della bambina.

Secondo le indagini, l’imputato avrebbe tenuto atteggiamenti molesti nei confronti della minore e di altri bambini emersi poi dalle pagine di alcuni diari trovati in casa.

L’insegnante era supplente delle materie inglese e musica, e ora affronterà il processo che è stato fissato (prima udienza) il prossimo 14 ottobre.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Foto Fabio Ferrari/LaPresse – archivio


Coronavirus, ecco i nuovi parametri di monitoraggio: si torna in zona gialla se terapie intensive oltre il 5% e ricoveri oltre il 10%

Marocco, il giornalista Omar Radi condannato a 6 anni di carcere