“Ci sballiamo e facciamo sesso per divertirci”, la confessione a Mattino Cinque di una giovanissima ragazza

L’inchiesta di Villa Inferno, a Bologna, non ha fermato i festini a base di sesso e di droga.

A confermarlo è una ragazza che è stata intervistata da “Mattino Cinque”, su Mediaset.

La giovane, ripresa di spalle, confessa che “nonostante  l’inchiesta che è venuta fuori, noi continuiamo a organizzare le nostre serate, i nostri festini, andiamo a ballare. A nessuno di noi interessa e continuiamo con il nostro stile di vita”.

L’inchiesta era partita dalla denuncia di una madre di una ragazza all’epoca minorenne, che aveva sporto denuncia. Ma, appunto, nulla si è fermato.

Così le serate iniziano, secondo la dettagliata spiegazione della ragazza intervistata ieri. “Solitamente ci troviamo magari in centro, facciamo aperitivo, cena fuori tutti insieme, chiamiamo l’auto blu, ci facciamo portare alle serate in discoteca, stiamo lì fin quando non chiudono e poi ci facciamo riportare a casa di qualcuno”.

Così, invece, la serata prosegue. “La droga l’abbiamo sempre portata noi, l’abbiamo sempre pagata noi. Ci sballiamo e facciamo sesso per divertirci”.

 Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Foto: screenshot Mattino Cinque

TAG:
Bologna droga e sesso Festini Villa Inferno

ultimo aggiornamento: 27-10-2021


Morti in corsia, assolta l’ex infermiera Daniela Poggiali: “Voglio tornare a fare il mio lavoro”

Belen e Antonino, crisi rientrata. La famiglia è salva