Seguici su

Cronaca Nera

Arrestato il boss mafioso Matteo Messina Denaro: era latitante da 30 anni anche per l’omicidio di Falcone e Borsellino

Pubblicato

il

arresto

E’ stato arrestato dopo 30 anni di latitanza il boss mafioso Matteo Messina Denaro.

Ne da’ notizia l’agenzia Ansa. Il boss mafioso superlatitante è stato arrestato all’interno della clinica privata “La Maddalena” di Palermo, dove un anno fa era stato operato e da allora stava facendo terapia in regime di day hospital. Messina Denaro era registrato presso la struttura sotto falso nome, come Andrea Bonafede.

L’inchiesta che ha portato alla cattura del capomafia di Castelvetrano (TP) – proprio all’indomani dell’anniversario dell’arresto del boss Totò Riina, catturato il 15 gennaio di 30 anni fa – è stata coordinata dal procuratore di Palermo, Maurizio de Lucia, e dal procuratore aggiunto Paolo Guido. Dopo il blitz nella clinica,  Messina Denaro è stato trasferito prima nella caserma San Lorenzo, poi all’aeroporto di Boccadifalco per essere portato in una struttura carceraria di massima sicurezza.

Figlio del vecchio capomafia di Castelvetrano, Ciccio, storico alleato dei corleonesi di Totò Riina, il suo nome era al primo posto della lista dei latitanti più pericolosi del Viminale. Matteo Messina Denaro è stato condannato all’ergastolo per decine di omicidi, tra cui quello del piccolo Giuseppe Di Matteo, il figlio del pentito di mafia strangolato e sciolto nell’acido dopo quasi due anni di prigionia. E’ stato condannato anche per le stragi del ’92, dove morirono i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, e per gli attentati del ’93 a Milano, Firenze e Roma.

“Una grande vittoria dello Stato che dimostra di non arrendersi di fronte alla mafia”: così il presidente del Consiglio Giorgia Meloni ha commentato la notizia dell’arresto del boss mafioso.Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha telefonato questa mattina al Ministro dell’Interno e al Comandante dell’Arma dei Carabinieri per esprimere le sue congratulazioni per l’arresto di Matteo Messina Denaro, realizzato in stretto raccordo con la Magistratura”. Lo si legge in una nota del Quirinale.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Foto: LaPresse

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

WEB TV

Pubblicità