“L’Rt si avvia con le misure attualmente in vigore a superare la soglia di 1”, ha aggiunto il ministro

Il prossimo Dpcm resterà in vigore dal 6 marzo al 6 aprile e includerà, dunque, la festività di Pasqua del 5 aprile.

Ad annunciarlo è stato il ministro alla Salute Roberto Speranza che non ha lasciato possibilità rispetto all’ipotesi di un allentamento delle misure di contenimento. “Non ci sono le condizioni, siamo all’ultimo miglio e non possiamo abbassare la guardia”.

Che gli italiani siano stanchi e sfibrati, il ministro non lo nasconde. “Le polemiche disorientano i cittadini, sempre più stanchi per questa lunga crisi. Insieme all’unità e alla responsabilità è indispensabile dire sempre la verità ai cittadini. Riconfermo un messaggio di fiducia: argineremo il virus con la scienza e il personale sanitario”.

I dati emersi nell’ultimo periodo non lasciano intravedere nessuna svolta positiva a stretto giro di posta. “Con questo livello di incidenza di casi abbiamo cinque Regioni con terapie intensive sopra la soglia critica e l’Rt medio è 0.99, secondo l’ultimo rilevamento. Quindi l’Rt si avvia con le misure attualmente in vigore a superare la soglia di 1″.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: LaPresse


Telecamera nel bagno delle maestre con vista sul wc, indagato il sindaco-insegnante: “Era un gioco erotico con una collega sposata”

Sanremo 2021, Gerry Scotti e Jovanotti al Festival? Amadeus lancia l’invito