Ammonterà a una cifra compresa tra i 4 e i 5 miliardi di euro il pacchetto di aiuti che verrà finanziato dal governo recuperando risorse inutilizzate in bilancio.

I ristori, così come la prevista proroga della cassa integrazione, troveranno posto in un unico decreto legge, ma la domanda che tutte le categorie si pongono è una soltanto: a chi andranno effettivamente i contributi? Ebbene, nell’elenco ci saranno sicuramente bar, pasticcerie e ristoranti, tutte attività costrette dal nuovo Dpcm a chiudere alle 18, ma compresi saranno anche cinema, teatri, parchi divertimento, discoteche, centri sportivi, piscine.

Non è escluso, e su questo è aperto un confronto, che arrivi un aiuto anche agli alberghi e alle strutture turistiche, magari dirottando i fondi avanzati dal bonus vacanze.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Foto Valerio Portelli/LaPresse

TAG:
aiuti Giuseppe Conte Premier Ristori

ultimo aggiornamento: 27-10-2020


A Minsk ultimatum a Lukashenko: minaccia di sciopero nazionale

Pierò Pelù e il suo ‘sì’ all’appello dei lavoratori della musica e dello spettacolo per il Ristoro immediato