L’Agenzia del Farmaco avvisa chi ha fatto la prima dose: “Presto forniremo le modalità per la prosecuzione della vaccinazione”. Stop anche in Francia, Germania, Spagna, Lussemburgo e Slovenia.

Stop AstraZeneca

L’Aifa ha deciso di estendere, in via del tutto precauzionale in attesa dei pronunciamenti dell’Ema, il divieto di utilizzo del vaccino AstraZeneca su tutto il territorio nazionale:

“Ulteriori approfondimenti sono attualmente in corso. L’Aifa, in coordinamento con Ema e gli altri Paesi europei, valuterà congiuntamente tutti gli eventi che sono stati segnalati a seguito della vaccinazione. Aifa renderà nota tempestivamente ogni ulteriore informazione che dovesse rendersi disponibile, incluse le ulteriori modalità di completamento del ciclo vaccinale per coloro che hanno già ricevuto la prima dose”.

“La decisione della sospensione delle somministrazioni del vaccino AstraZeneca, per ragioni
esclusivamente precauzionali da parte di Aifa, è stata assunta dopo un colloquio tra il Presidente del Consiglio Mario Draghi e il Ministro della Salute Roberto Speranza. Durante la giornata Speranza ha avuto colloqui con i ministri della Salute di Germania, Francia e Spagna. Le scelte compiute e condivise oggi dai principali Paesi europei su AstraZeneca sono state assunte esclusivamente in via precauzionale in attesa della prossima decisiva riunione di Ema. Abbiamo fiducia che già nelle prossime ore l’agenzia europea possa chiarire definitivamente la questione” ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza.

Anche la Francia ha deciso di sospendere la somministrazione del vaccino AstraZeneca fino a martedì, in attesa del parere dell’Ema. Lo ha annunciato il presidente Emmanuel Macron. In Spagna, invece, la sospensione avrà una durata di 15 giorni, a comunicare la decisione il Ministero della Sanità di Madrid. Stop temporaneo anche in Lussemburgo e Slovenia, che hanno dunque deciso di seguire le iniziative prese dagli altri Stati europei

Giovedì riunione Ema

L’Ema terrà una riunione straordinaria, giovedì, su AstraZeneca. Martedì, invece, Oms vedrà gli esperti europei:

“Il comitato consultivo dell’Oms per la sicurezza dei vaccini ha riesaminato i dati disponibili, è in stretto contatto con l’Ema e ci incontreremo domani” ha detto il capo dell’organismo, Tedros Adhanom. L’Oms ritiene che i Paesi debbano continuare ad utilizzare il vaccino di AstraZeneca:

“Sfortunatamente, le persone muoiono di trombosi ogni giorno, la chiave è se questo abbia qualche legame con il vaccino. Al momento non abbiamo riscontrato che ci sia una relazione tra il vaccino e i casi di trombosi rilevati. Infatti, le percentuali di trombosi tra i vaccinati sono addirittura inferiori a quelle della popolazione nel suo complesso. Nessun farmaco è sicuro al 100%, ma bisogna tenere conto dei vantaggi di vaccinare la popolazione” ha dichiarato Soumya Swaminathan, scienziato capo dell’Oms.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: Shutterstock.com

 

 

TAG:
Aifa AstraZeneca vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 16-03-2021


Taranto, 61 enne ricercato: ha ucciso moglie e suocera

Coronavirus, ecco i Paesi che accolgono i viaggiatori vaccinati