È l’omicida stesso a chiamare il 112 prima di allontanarsi

Duplice femminicidio a Massafra, in provincia di Taranto. Antonio Granata, 61 anni, ha ucciso moglie e suocera colpendole al volto e alla gola, con un coltello (o arnese da lavoro). Poi ha telefonato ai carabinieri confessando il duplice omicidio. Sceso in strada, avrebbe cercato di compiere atti autolesionistici. In seguito, è fuggito a bordo della sua auto alla vista di alcuni conoscenti.

Il ricercato si occupa di potature di alberi e piante e non ha precedenti penali. Quando sono intervenuti i carabinieri, nell’appartamento in via Leonardo Da Vinci nel rione San Francesco, si sono trovati di fronte a una scena raccapricciante con le due donne, a terra, riverse nel sangue (in stanze diverse).

Le vittime sono Carolina Bruno (65 anni) e sua madre Lorenza Addolorata Carano, di 91 anni. Le due donne sono state colpite con violenza e non hanno avuto alcuna possibilità di difendersi dall’uomo. Prima di allontanarsi il 61enne ha telefonato al 112 confessando l’accaduto:

“Venite, ho ucciso mia moglie e mia suocera”. Poi, prima di riattaccare, avrebbe anche manifestato l’intenzione di togliersi la vita. Le forze dell’ordine sono impegnati nelle ricerche.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: MultiRadio Massafra

 

 

TAG:
omicidio Massafra omicidio Taranto

ultimo aggiornamento: 16-03-2021


Navalny. Nuovo post su Instagram dal carcere: “Come 1984 di Orwell”

Coronavirus, Aifa sospende l’utilizzo del vaccino AstraZeneca